Utente 233XXX
Cari dottori,
Sono un giovane ragazzo di 22 anni. Sono alto 1.75. e peso 64 Kg. Non ci sono particolari malattie ereditarie in famiglia (mia madre è morta a gennaio per un tumore ai polmoni). Da più di un anno sono preoccupato per il mio cuore. Tutto è cominciato quando sentii un fastidio al petto e poi dei disturbi del ritmo. Dopo varie visite nell'anno passato e qualche corsa al PS non è risultato mai nulla di grave se non una lieve insufficienza mitralica e sporadiche extrasistoli ventricolari e sopra ventricolari. Il cardiologo mi ha sempre tranquillizzato dicendomi che ho un bel
Cuore sano ma alle extrasistoli mi dovrò abituare e non farci caso. Perché a me vengono spesso quando sono ansioso e in fase di recupero dopo uno sforzo. Vi scrivo perché per circa due mesi stavo bene ma ora improvvisamente sono tornate e anche molto forti accompagnate da tachicardia. Premetto che nell'ultima settimana sono stato molto stressato per via di iscrizioni all'università e burocrazie varie che mi hanno fatto agitare e arrabbiare. Sono stato spesso in giro per varie ore in macchina e ho dormito male e poco ogni notte.
Possono queste cose avere influenzato questo ritorno di tachicardie e extrasistoli? Devo preoccuparmi?!
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sicuramente...caro signore se il collega cardiologo l'ha tranquillizzata ne avrà avuto i suoi buoni motivi, o no???
Il suo vero problema è l'ansia, che facilita le extrasistoli e ne amplifica la sintomaticità....
Si tranquillizzi e, come le è stato giustamente consigliato, impari a conviverci perchè trattare le extarsistoli, che tralaltro sono frequentissime nella popolazione sana, è quanto di più "arduo" ci possa essere....
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore. La ringrazio per la Sua risposta. Devo cercare di conviverci. Volevo farLe un ultima domanda. Domani dovrei donare il sangue per la prima volta e sono un po' in ansia anche per questo. Volevo sapere se c'è qualche controindicazione nel donare avendo delle extrasistoli. Inoltre ho sentito che donare fa bene, anche al cuore. È vero?
La ringrazio e arrivederci.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non corre rischi...
Donare "fà bene al cuore" se lo intende come secondario ad un'azione umanitariamente valida...
Saluti