Utente 280XXX
Buonasera, vorrei chiedere un consulto su una cosa strana che mi sta capitando da un po' di tempo, non in modo continuato però.
Premetto che sono un tipo ansioso e emotivo.
E' da qualche tempo che mi capita di sentire come delle scosse al centro del petto che poi mi fanno tremare le gambe e mi agitano.
Mi capita soprattutto mentre mi sto addormentando che vado a letto rilassata e assonnata e dopo poco sono seduta a letto con l'ansia a mille per questi "tuffi". Soffro di extrasistole ma non so bene se siano loro o meno perchè la sensazione che mi danno questi "tuffi" è più simile ad una scossa di adrenalina improvvisa. (ho provato anche a provarmi il battito ma non sento le pause delle extrasistole e il cuore non va in tachicardia.. max 80 pulsazioni).
Non so se tutto questo può centrare anche con il periodo pre mestruale e un periodo di stress personale.
L'anno scorso ho fatto le visite (ECG, ECO, Holter24) tutte risultate nella norma tranne che per una minima insufficienza mitralica senza rigurgito. Dovrei ripetere gli esami? Soffro anche di tiroidite di Hashimoto, potrebbe centrare con questi episodi?
Vi saluto e vi ringrazio molto per il servizio che offrite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Francesco Vetta
24% attività
4% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
È molto probabile che si tratti di extrasistoli. Può chiaramente dipendere da stress, così come da alterazioni funzionali tiroidee, che le conviene controllare o disturbi digestivi (se presenti) . È utile, oltre al controllo della funzione tiroidea, eseguire un controllo ECG
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la risposta.
Ma sono più pericolose le extrasistole notturne da quelle diurne? C'è differenza?
Richiederò la visita dal mio cardiologo il prima possibile per poter fare l'ecografia da lei consigliato.
Grazie
[#3] dopo  
Prof. Francesco Vetta
24% attività
4% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
Non c'è differenza.
Auguri
[#4] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
Ho notato che l'extrasistole diurne mi vengono soprattutto dopo un forte stress (litigio, preoccupazione intensa per qualcosa) ma quando mi vengono all'improvviso ho molta paura che possa partire una tachcardia pericolosa per il cuore. Può succedere questa cosa? Può essere anche la minima insufficienza mitralica che le scatena?
La ringrazio.
[#5] dopo  
Prof. Francesco Vetta
24% attività
4% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
Lei pone una domanda con una risposta ovvia,visto che tachicardie sopraventricolari e ventricolari partono con un'extrasistole. È come se mi chiedesse se attraversando la strada può essere investito! Siccome non le è mai capitato è difficile che le possa capitare. Inoltre non sempre, o meglio, quasi mai le tachicardie parossistiche portano un rischio per la vita.
Affronti con più serenità la situazione ! Così facendo eviterà di favorire uno stato d'ansia che non può che favorire a sua volta le extrasistoli....!
[#6] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto per la sua risposta.
Solo un'ultima domanda: dato il mio stato ansioso e' possibile che le extrasistole siano anche dovute ad uno sbagliato modo di respirare? Mi sono accorta che vado spesso in iperventilazione perché tendo a respirare più con lo sterno che con la pancia.

La ringrazio ancora
[#7] dopo  
Prof. Francesco Vetta
24% attività
4% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
No. L 'atto respiratorio è un atto automatico. Si può alterare, in modo compensatorio, in condizioni patologiche quali scompenso cardiaco , insufficienza respiratoria, acidosi metaboliche o respiratorie, o, infine, per attacchi di panico.
Quindi non dia peso alle sue sensazioni....un bel respirone e scacci le sue inquietudini