Utente 187XXX
A MIO FIGLIO CUI E' STATO DIAGNOSTICATO UN TUMORE AL RETTO IN UN CENTRO SPECIALISTICO DOPO COLONSCOPIA, TAC/PET E RM E' STATO DETTO DI PROCEDERE ALLA RADIO-CHEMIOTERAPIA E POI ALL'INTERVENTO IN UN ALTRO CENTRO, SEMPRE SPECIALISTICO, E' STATO DETTO CHE PRIMA DI PROCEDERE ALLA TERAPIA RADIO-CHEMIO BISOGNA METTERE UNA STOMIA TEMPORANEA PER EVITARE CHE LA TERAPIA SCIOGLIENDO LA MASSA TUMORALE POSSA PROVOCARE UN BLOCCO INTESTINALE. E' NECESSARIO REALMENTE PROCEDERE AD UNA STOMIA PRE TERAPIA, OPPURE E' SOLO UN ECCESSO? PERCHE' IN UN CENTRO LA EFFETTUANO E NELL'ALTRO NO? E' MEGLIO FARLA?
GRAZIE

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Perchè e' un opzione con pro e contro e non esiste un protocollo codificato a riguardo come ad esempio esiste invece per l'indicazione alla radio o chemioterapia preoperatoria.Prego.
[#2] dopo  
Utente 187XXX

Iscritto dal 2011
Gent, Dottore, come si fa a decidere se è meglio farla o no? Esiste la reale possibilità che non facendola si vada incontro a blocco intestinale e quindi ad un intervento chirurgico di urgenza che possa impedire la terapia pre operatoria e quindi i suoi benefici? Quale è il miglior criterio di scelta?
La prego, non vorrei sottoporre mio figlio ad un intervento forse inutile.
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,la confezione di una colostomia temporanea e' giustificata solo in presenza di una stenosi di grado elevato onde evitare di doverla confezionare d'urgenza in corso di doverosa radio chemioterapia pre operatoria.A volte si utilizzano endoprotesi rettali(stent)provvisorie per evitare colostomia e procedere alla radioterapia.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 187XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Dottor Pennetti per la risposta che dissipa alcuni dubbi. Solo non mi spiego perchè, visto che il caso è lo stesso, in un centro specializzato hanno inteso farla e in un altro centro specializzato no. Se l'ostruzione è di grado elevato (nel caso 1/3) dovrebbe essere prevista in entrambi, oppure uno lo ritiene di grado elevato e l'altro no. L'unico sintomo che mio figlio ha infatti e' quello della stitichezza con poche feci malformate. Non so se è strano ma ieri e dopo diverso tempo ha evacuato feci normali sia in consistenza che in dimensioni. Può significare qualcosa? Deve farlo presente ai medici o è solo un episodio privo di significato? Martedì dovrebbe subire l'intervento per la stomia pre terapia.Le dico inoltre che gli è stato diagnosticato un adenocarcinoma vegetante a basso grado (G1) distante 2 cm dall'ano; TAC/PET (torace-pelvi), RM e linfonodi negativi, CEA entro i limiti. E' possibile che gli abbiano anche parlato della possibilità di una stomia permanente in un centro mentre nell'altro solo temporanea? Come si fa a capire in questi casi?
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,avere appreso soltanto adesso della sede della neoplasia (2 cm.dall'ano),devo rettificare quanto detto.La radioterapia per K del canale anale prevede la colostomia preventiva e non è possibile utilizzare endoprotesi.La possibilità che la colostomia possa essere definitiva,dipende dalla risposta alla terapia neoadiuvante e dalla tipologia di intervento che i chirurghi ritengono di adottare in base a questa risposta per un trattamento oncologico corretto.
Saluti e in bocca al lupo