Utente 311XXX
gentile dottore
è da sempre che mi sento dire " lei è glicemico? " al che non ho saputo mai rispondere perchè ho fatto riferimento al semplice esame della glicemia che va da 90 a 150 ma, solo dopo i pasti e poi il mio medico curante non mi ha fatto mai preoccupare dicendomi che è solo una questione di alimentazione e non mi ha mai dato alcuna cura.
solo ultimamente ho fatto la emoglobina glicosilata HBA 1c con valore 7,4 ( 0ltre la norma ) 4,8-6,0
e allora sono andato da un diabetologo che mi ha iscritto ad un programma dicendomi che sono effettivamente glicemuco e assimilo male gli zuccheri infatti al primo prelievo a digiuno la glicemia è 90 dopo colazione arriva a 150 poi durante il giorno bene o male si mantiene. dopo i pasti principali arriva a 120.
chiedo:
ma come mai solo dopo la colazione arriva a 150 , la mia colazione consiste in caffe e latte senza zucchero e pane integrale .
cosa ne pensa ?
mi ha prescritto METFONORM 1000 che ancora non ho preso.
secondo lei è il caso di prenderlo, non ho chiesto al mio diabetologo perchè non sapeva ancora la mia andatura giornaliera e il prossimo appuntamento è da fissare.
grazie per un suo parere e le auguro buon lavoro

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

è verosimile che Lei sia in sovrappeso e si sia instaurata un'insulinoresistenza.

Questo spiegherebbe la terapia prescritta dal Diabetologo e le attenzioni alimentari che dovrebbe senz'altro seguire (dieta ipocalorica-ipoglucidica).


Prego.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore
torno a lei, dopo una accurata osservazione della mia andatura glicemica.
Come le ho scritto precedentemente sono stato inserito in un programma dal diebetologo anche se la mia glicemia non sia ancora patologica ma ne rimane pur sempre la disponibilita'.
Ho notato:
che il valore piu' alto e' due ore dopo la colazione (150) sebbene mi limito ad un bicchiere di latte e caffe' con pane e assolutamente senza zucchero semmai un po' di fruttosio preso da qualche frutto. Poi durante la giornata e' tutto quasi normale.
Lei faceva riferimento al mio peso. . . 81kg. . .
Insomma assimilo male gli zuccheri ma non riesco a capire quali zuccheri a colazione?
E' il caso che inizi il METFONORM 1000? che sebbene consigliatomi dal diebetologo ho temporeggiato? ecco e' forse quello di cui vorrei essere piu' consigliato
ringraziandola le porgo i miei saluti e sempre una ammirazione a voi medici che aderite a MEDICITALIA
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

al momento il consiglio del Suo Diabetologo va seguito senza indugi, in virtù del fatto che il collega ha ben chiaro il Suo quadro clinico.

L'assunzione della Metformina, poi, non esclude di dover seguire anche un regime dietetico ipocalorico-ipoglucidico come già riferito nel mio precedente post.


Prego.
Buona giornata.
[#4] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dott,
Ormai mi hanno definito glicemico; faccio parte di un programma per glicemici allUSL della mia citta'.
sono in cura per sino da un psicologico che fa parte del centro. Ma di ciò che mi meraviglio e che questa mia glicemia si e' manifestata in poco tempo.Tanto che sono andato in paranoia.
Sono quasi spaventato persino a mangiare.
sono dimagrito di 8 chili.
mia moglie continua a dirmi di mangiare tutto.
non è entrata nella psicologia di chi ha la glicemia ed io sono tra l'incudine e il martello.
Il diebetologo che vuole che diminuisca ancora di peso. Di fatto peso 73chili e ho 62anni
Gli amici mi dicono che non mi riconoscono più, sembro loro sciupato e anche loro mi consigliano di mangiare tutto.Insomma lo stesso metfonorm tenta a far dimagrire ed io mi sono messo in testa che se non fosse stato proprio questo farmaco che abbia complicato facendo abituare il mio organismo ad una certa dipendenza.
Cmq il valore più alto che ho avuto è stato 240 dopo 2 ore dai pasti
[#5] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

comprendo le Sue preoccupazioni "...sono tra l'incudine e il martello..." e mi rendo conto anche dei vari pareri che molti possano esprimere sul Suo calo ponderale, ma se vuole tutelare la Sua salute...si attenga, pedissequamente, alle indicazioni prescritte dai Medici che La seguono!


Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore
Ormai è da tempo che mi sono adeguato ad un diverso stile di vita.
Il calo di peso, ben 10chili, mi ha fatto bene.
Il mio problema attuale:
Siccome per motivi di lavoro sono sempre fuori casa, sono costretto a posteggiarmi nei bar.
Prima era tutto facile ma adesso non so cosa ordinare e allora mi limito in latte macchiato senza zucchero, cioccolata fondente, the....
Le chiedo se tutto questo latte mi potrebbe far male, e cosa lei consiglierebbe in più....
Inoltre ho notato una irregolarità nell'andare di corpo, mentre prima ero puntuale come un orologio svizzero, sebbene tutte le verdure che adesso ho imparato a mangiare.....
La ringrazio per un suo consiglio e le auguro un buon lavoro.
[#7] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Riprendo a scrivere,
ormai per il centro diabetico a cui appartengo sono affetto di diabete mellito che curo con la pilloletta di metformina...ma è da alcuni mesi che ho cambiato centro per problemi di distanza e mi sono accorto che questi ultimi nuovi medici sono meno drastici....è vero che mi invitano alla pasimonia ma mentre i primi già con un valore 120 mi allarmavano adesso sono arrivato ad un valore di 154 dopo due ore dal pasto.
Mi sono allarmato, in quanto il mio stile di nutrirmi non è che sia cambiato da quanto da quando il valore arrivava a 120 ma....non capisco come questo valore, se pur lievemente sia aumentato e vi chiedo se non mi sia assuefatto con il dosaggio di 500g. e forse dovrei passare al dosaggio di 1000 x2 al dì ?
[#8] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

per eventuali variazioni sulla terapia farmacologica deve sempre far riferimento allo specialista che la segue.

Le ricordo e ripeto che nella patologia diabetica, oltre all'assunzione dei farmaci, è fondamentale seguire un corretto regime dietetico!

Il Centro che la segue è sicuramente organizzato anche in questo.


Saluti.