Utente 203XXX
Salve, scrivo a nome del mio ragazzo che ultimamente sta riscontrando dei problemi dopo aver utilizzato la crema lorenil a seguito di una mia infezione da candida, le spiego:
Qualche mese fa mi fu diagnosticata la candida e il mio ginecologo oltre una curetta per me, diede una cura al mio ragazzo il quale aveva manifestato dei sintomi dopo un rapporto, ovvero dei puntini rossi sul glande con prurito. Questi sintomi di solito a lui vanno via anche senza cura il giorno dopo, però per evitare l'effetto ping pong la cura lui la fa comunque assumendo diflucan 200 per via orale (1 compressa a settimana per 2 settimane) e la crema lorenil localmente due volte al giorno per una settimana. La prima volta che usò la crema non successe nulla, poi essendo che soffro di candida recidivante, purtroppo questa cura l'ha ripetuta altre 3 volte. Le volte precedenti provava alcuni fastidi quando l'applicava come per esempio avvertiva una sensazione di scottatura che poi passava dopo alcuni minuti. L'ultima volta che ha fatto questo ciclo di cura, è stato peggio: stessi fastidio durante l'applicazione, però a due giorni dalla fine della cura, ha avvertito bruciore, arrossamento del glande, e la pelle intorno era come se fosse si fosse scottato..insomma la pelle appare lucida, dura, proprio come quando andiamo al mare e ci bruciamo! Dopo andrà in farmacia a chiedere un consiglio su cosa potrebbe usare per alleviare il fastidio, voi cosa potete consigliare di applicare?
Visti questi effetti collaterali, semmai un giorno dovessi riavere un'altra recidiva di candida, lui che crema potrebbe usare in alternativa? Bastano solo le compresse di Diflucan?? Grazie per l'aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

le consiglio di far interrompere l'uso della crema in questione che sembra aver dato effetti di ipersensibilità con evidenti segni irritativi, la sospensione accompagnata da astinenza oppure da rapporti coperti dovrebbe risolvere la situazione. In caso contrario e comunque anche nel caso si ripresenti una problematica analoga, si rivolga allo specialista e non al farmacista, infatti solo la vista permette una diagnosi e quindi una terapia specifica.

Un cordiale saluto