Utente 318XXX
Gentili dottori,

Sono un ragazzo di 22 alle prese con un problema di disfunzione erettile. Prima di iniziare qualunque tipo di cura, il mio medico curante (andrologo) mi aveva prescritto una serie di analisi ormonali oltre che del sangue (tutte con valori nella norma) dopo di che, per circa 3 mesi, mi è stato prescritto il Cialis da 5mg da prendere 5 volte a settimana (a scalare di un'unità ogni mese che passava). A settembre, visto che i risultati non erano più quelli che invece avevo nei primi tempi, il medico mi ha cambiato la cura, prescrivendomi il Levitra da prendere solo prima di un rapporto e nuove analisi ormonali e del sangue. Premesso che il Levitra non mi ha dato alcun aiuto (risultati totalmente inesistenti) ho fatto i miei esami e sono usciti tutti nella norma, meno che quelli ormonali: la presenza di testosterone nel sangue è di 9,10 nm/ml (su riferimento di 9nm/ml massimi, come riporta il referto) e la prolattina addirittura a 25nm/ml mentre il valore massimo previsto (sempre a detta dei valori di riferimento) dovrebbe essere 15. Le stesse analisi, fatte verso maggio, avevano dato risultati ben più bella norma, tendenti al limite, ma rientranti tranquillamente in esso.

L'incognita che potrebbe cambiare le carte in tavola potrebbe essere la somministrazione del Levitra che non riesco a ricordare se ho preso prima o dopo il prelievo venoso. Quello che è certo, però, è che nel caso fosse accaduto prima dell'esame, sicuramente non è stato nei 4 giorni precedenti (esame fatto il giovedì e di sicuro tra lunedì e giovedì non l'ho preso) , tra l'altro, informandomi su internet, non mi pare di aver visto variazioni di prolattina o testosterone tra gli effetti del Levitra.

Premesso che devo vedere il mio andrologo tra un paio di settimane, cosa devo pensare?

Grazie in anticipo per la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

il suo testosterone è ampiamente nella norma come anche la sua prolattina infatti il suo valore può aumentare in funzione di situazioni stressogene, come il vedere l'ago del prelievo, il sentire sbattere violentemente una porta, ecc. Quindi sul fronte endocrino tutto rientra nella norma, mentre vista l'età potrebbe trattarsi di una problematica psicologica da valutare insieme al sessuologo.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio moltissimo dottore per la prontezza di risposta. Quello che non riesco comunque a spiegarmi è perchè questo aspetto psicologico (sebbene possa essere ampiamente spiegato in un rapporto di coppia) mi dia problemi anche con la masturbazione "solitaria". In altre parole, d'accordo la possibilità di un blocco psicologico con un partner, ma da solo cosa dovrei "temere"? E in questo senso neanche i medicinali mi hanno aiutato...
[#3] dopo  
Dr. Fausto Ferrini
24% attività
8% attualità
8% socialità
MOSCIANO SANT'ANGELO (TE)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Caro utente,concordo pienamente con quanto scritto dal collega Maretti.M i viene solo una perplessita' ed infatti le chiedo sono stati fatti i dosaggi del testosterone libero biodisponibile,cioè quello calcolato,tramite appunto l'utilizzo dei valori del albumina e della SHBG?
Ne parli pure con il suo Andrologo e d avrà così ulteriori precisazioni.

Cordialmente,
[#4] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
Il testosterone libero, al contrario delle scorse analisi, non mi è stato richiesto di analizzarlo.. Non ne conosco il motivo però... Può essere discriminante ai fini di una valutazione?
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

se gli esami ormonali sono nella norma non rimane che ricercare una eventuale causa vascolare e quindi lo specialista dovrà richiederle un'ecodoppler dinamico penieno che se nella normalità confermerà la causa psicologica.

Ancora cordialità