Utente 227XXX


Gentili medici, donna, 41 anni, mestruazioni regolari. Ultimamente ho fatto un ceck-up perché molto spesso accuso un senso di stanchezza e come di sbandamento, mi cadono parecchi acapelli e ho spesso dolori addominali soprattutto a SN.

Queste le indagini svolte:

Pressione 70/120
Freq.cardiaca 70

Emocromo:
Globuli bianchi: 6.46 (4.00 – 11-00)
Globuli rossi 4.49 (4.20 – 5.00)
Emoglobina 14.4 (12.00 – 16.00)
Ematocrito 43.6 (37 – 50)
MCV 97.1 > (80 – 94)
MCH 31.9 (27 – 32)
MCHC 32.9 (31.5 – 36)
Piastrine 200 (150 – 400)

Sideremia 161 > (60 – 140)
Feriritina 24 ng/ml

P- Glucosio 91 (65 – 110)
P-Urea 17 (15 – 50)
P-Creatinina 0.76 (0.40 – 1.10)
P-Sodio 138 (135 – 145)
P-Potassio 3.54 (3.50 – 5.00)
Bilirubina totale 0.91 (0.30 – 1.00)
P_AST (GOT) 13 (5 – 40)
P-PALT (GPT) 11 (5 – 40)
P - Amilasi pancreatica 26 (8 – 53)P-PCR < 1.00 (<7.5)
Folati 7.1 (4.2 – 19.9)
Vitamina B12 268 (197 – 866)
Vitamina D 25 OH 27,6 < (insufficienza: 10 – 30)

Tempo di protrombina 10.0 s, INR 0.98
Tempo di protrombina parziale 28.8, Ratio 0.91, Fibrinogeno – Clauss 243 (180 – 400)

FT34,2 (3.1 – 6.8)
FT4 15.1 (12 – 22)
TSH 1.43 (0.27 – 4.20)

Ecografia addome completo
Nei limita l’area pancreatica e il calibro dell’aorta addominale nei settori esplorabili.
Fegato regolare per dimensioni ed ecostruttura, privo di lesioni focali.
Colecisti alitiasica. Non dilatazione delle vie biliari intra ed extraepatiche. Regolare la milza. Reni in sede, di dimensioni conservate, a profili lisci, con ecostruttura e spessore parenchimale nella norma. Non segni di idroneforsi.
Vescica distesa a pareti regolari. Non evidente liquido libero in addome. Utero antiversoflesso di dimensioni conservate. Formazione cistica di 2 cm si riconosce all’annesso di destra mentre all’annesso controlaterale si riconosce piccola formazione cistica di circa 5 mm; in prossimità dell’annesso sinistro di riconosce la presenza di vasi venosi ectasici in un quadro compatibile con varicolcele pelvico.

Mi preoccupa il valore della sideremia che è oltre i limiti nonostante la ferritina sia bassina (credo). Faccio presente che il giorno dell’esame avevo fatto colazione (the e biscotti frollini) e che la sera prima avevo mangiato spezzatino di vitello, bietole rosse e cicoria con un bicchiere di vino. Inoltre da una settimana circa prima di fare gli esami avevo interrotto l’assunzione di Multicentrume che mi ero auto-prescritta per i suddetti disturbi e che ho preso per 15 giorni. Non so se tutto questo possa aver inficiato l’esame. Inoltre al momento (anche la mattina dell’esame) sto assumendo Bioscalin per i capelli, ma mi risulta che non contenga ferro.
Mi pare poi che siano bassi anche i livelli di potassio e di Vitamina D.
Come mi devo comportare? Cosa mi dite dei valori del ferro?

Grazie per le indicazioni e un saluto
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
E' possibile che l'integratore "autoprescritto" abbia apportato Ferro di cui il suo organismo non ha bisogno (non è anemica)
e che quindi il valore sia legato all' "aumentato apporto".
Non mi sembrano preoccupanti i restanti rilievi.

Ne parli con il suo curante.

Prego
[#2] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dott. Quatraro, volevo ringraziarla (anche se in ritardo) per la sua risposta.
Sono stata dal mio curante, il quale ha detto che sono un po' 'bassina' sia di ferro, che di potassio, che di vitamina D, che di vitamina B, che di folati. Non ha dato alcun peso al valore della sideremia dicendo che 'può succedere' e che comunque bisogna guardare la ferritina. Dopodiché mi ha prescritto un'integrazione di tutti gli elementi che le ho citato.
Io sincermante non ho ancora preso nulla, anche perché non sono convinta, mi sembra una 'diagnosi' un po' affrettata. Secondo lei che faccio?
In ogni caso quello che mi ha detto il medico mi ha messo un po' in allarme (ci vuole poco, a dire il vero...): visto che ho sempre disturbi intestinali, non è che soffro di malassorbimento? Chiedo questo perché in effetti la mia alimentazione è varia e completa e quindi non mi spiego i valori così bassi.
Faccio presente anche che per i miei problemi intestinali avevo fatto anche l'esame degli anticorpi per la celiachia, ma era risultato negativo. Avevo fatto anche quell'esame per le intolleranze alimentari (Prime test, so che la medicina ufficiale non lo da per buono, ma tant'è) ed ero risultatao intollerante a lieviti, latte e e derivati e alcuni cereali. In effetti certi alimenti mi scatenano reazioni abnormi, tipo pizza + birra equivale a diarrea sicura e mal di pancia per i 2 giorni successivi.
Che mi dice? Soffro di malassorbimento stando a sintomi e analisi?
Prendo o non prendo gli integratori?
Grazie mille per il consulto
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
<<ha detto che sono un po' 'bassina' sia di ferro, che di potassio, che di vitamina D, che di vitamina B, che di folati. Non ha dato alcun peso al valore della sideremia dicendo che 'può succedere' e che comunque bisogna guardare la ferritina.>>

nel rispetto delle diverse opinioni non concordo e non ritengo che lei sia intollerante,

<<ho spesso dolori addominali soprattutto a SN>>
mi farebbe ipotizzare un meteorismo (colon irritabile?).

Le consiglierei di farsi inquadrare da un gastroenterologo.

Prego
[#4] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
Sì forse è meglio che mi rivogla a uno specialista. Il colon irritabile era già stato diagnosticatoa suo tempo proprio da un suo collega. Quindi non è necessario prendere gli integratori, se ho ben capito... giusto?
Ancora grazie
[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ha ben compreso.

Prego