Utente 324XXX
ciao a tutti. sono un ragazzo di 29 anni che deve ancora capire se il proprio deficit erettile sia dovuto dal cervello o dal fisico. è da diversi anni che non ho più erezioni spontanee durante la giornata e il desiderio sessuale è calato parecchio se non sceso del tutto. prima di avere queste sensazioni ero "allupato" ogni giorno erezioni giornaliere nella norma desiderio sopra i limiti e bastava solo il pensiero per raggiungere l'erezione massima.
adesso sto frequentando una ragazza ma quando siamo in intimità sento che manca quella voglia che mi faccia scaturire "l'erezione persa nel tempo" giusta per una penetrazione.

premetto che faccio ed ho sempre fatto una vita sedentaria fatta di computer e casa e masturbazione continua davanti a materiale pornografico fino a poco tempo fa, adesso ho smesso da pochi mesi.
quando mi masturbo in casa raggiungo una erezione soddisfacente per eiaculare ma quando sono fuori in giro il mio pene è morto è come se non ci fosse...anche se sto a contatto con ragazze bellissime sono assente senza nessun stimolo.....è questo quello che mi preoccupa maggiormente.

tempo fa sono andato da un andrologo per affrontare questa situazione critica che ho addosso da molto tempo e mi ha fatto fare diversi esami.
esami del sangue: quasi tutto nella norma tranne testosterone libero 14 e lsh (o LH non ricordo) 0,8, ematocrito 52,8. a suo dire per la mia età ho gli ormoni molto bassi e che questo va ad influire sicuramente sul mio desiderio sessuale e vita quotidiana...infatti mi sento sempre stanco svogliato e quando faccio attività fisica mi stanco subito. era pronto a darmi una dose di ormoni ma quando ha visto l'ematocrito troppo alto ha detto che rischiavo sulla mia salute se mi somministrava la cura sostitutiva di ormoni...quindi mi ha rifatto rifare le analisi e di bere molto per 4 giorni per far scendere il valore....in più mi ha consigliato di fare anche l'ecodlopper al pene.

per 4 giorni bevo almeno 10 litri d'acqua ritorno a farmi le analisi e l'ematocrito scende ok.
l'ecodlopper ha dato questa risposta: varicocele sx 1°grado, vene del pene non ostruite e nella norma e la famosa "fuga venosa". il dottore che mi ha fatto questa visita mi ha fatto capire che queste due cose non andrebbero a compromettere in maniera sostanziosa l'erezione e che il mio è più un problema di ormoni bassi e di fare la cura.

torno con le risposte dall'andrologo e mi dice che il varicocele (di meno) e la fuga venosa vanno ad influenzare l' erezione. in più mi è sembrato propenso all'intervento chirurgico per tutte e due le cose anche se io non sono molto attratto da questo. leggendo in giro ho visto che la percentuale di successo di interventi alla "fuga venosa" è molto bassa con pazienti insoddisfatti e che molti andrologi non la vogliono utilizzare.

in pratica adesso ho iniziato la cura ormonale (pregnyl due iniezioni a settimana) accompagnato dal cialis due pasticche da 20mg a sett.
spero in un miglioramento non so più che fare e pensare

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non specifica se l'ecocolordopler penieno sia stato dinamico,con iniezione di PGE1,o basale.Comunque,ha escluso una fuga venosa,di per se rara alla sua età e improponibile con la storia clinica trasmessa.Le erezioni spontanee,mattutine e notturne,non hanno alcun valore diagnostico.Il testosterone libero non è domabile,per problemi legati ai reagenti.Il varicocele di I grado,in paratica,è inesistente e,comunque,non indicente sul quadro sessuale.Come vede,c'è molto da chiarire e,mi sembra,che lo specialista di riferimento,sia molto lontano dalla ortodossia andrologica legata alle linee guida.Consulti,altresì,uno psicosessuologo,in quanto é palese come la porno dipendenza abbia giocato e giuochi tuttora un ruolo sentrale nel minare il suo equilibrio psico-fisico-sessuale.Ha mai eseguito uno spermiogramma?Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
caro dottore l'ecoldopler è stato fatto con caverjet a iniezione oltretutto non ho avuto nessuna erezione che a regola si dovrebbe avere è preoccupante? le vene sono nella norma ma è stata trovata una fuga venosa. mi è stata consigliata la cavernosografia più approfondita che adesso non ricordo come si chiama.

l'andrologo mi ha confermato che il mio è un problema fisico e non della psiche perché mi mancano gli ormoni. non ho ancora eseguito lo spermiogramma ma il dottore me lo ha consigliato di fare (oltre alla qualità dello sperma cosa ti dice?).

ho iniziato ora la cura cialis-ormoni adesso durante il giorno ho qualche accenno di erezione che me lo fa sentire ancora vivo ma quando sono con la ragazza che sto frequentando non ho le risposte desiderate. forse saranno gli ormoni...l'androlo mi ha detto che senza quelli i farmaci orali (cialis viagra ecc ecc) non hanno alcun effetto.

spero in un miglioramento
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
…non capisco,quindi,perché si rivolga a noi…visto che rimane ancorato alle sue idee.Le ho detto le mie perplessità.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
dottore sto spiegando la mia situazione come fanno tanti altri utenti...ancorato alle mie idee???
ho fatto questi esami che hanno dato le seguenti risposte ed ho sempre dei dubbi specialmente per la rimozione del varicocele di 1° grado che la trovo inopportuna e soprattutto per la fuga venosa perché leggendo le varie opinioni in giro ho visto che la percentuale di successo è molto bassa dopo il post intervento. lei che ne pensa?

se andiamo a vedere in effetti testosterone libero 14 e LH 0.8 sono bassi per la mia età...io spero che il problema sia solamente questo escludendo la psiche e che con la cura di ormoni si risolva a lungo andare. è da tanto tempo che mi sentivo sempre stanco durante le giornate e la voglia di fare le cose non c'era ed ogni volta che iniziavo attività fisica non vedevo l'ora di finire perché mi sembrava di avere già fatto un'ora di esercizi.

l'andrologo mi ha detto che la vita sedentaria va ad influire poco sul calo di ormoni ma secondo me ha giocato la sua buona causa su di me specialmente sul desiderio sessuale.

a breve dovrò fare lo spermiogramma e la cavernografia per vedere ancora meglio questa fuga venosa.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
…Le ho detto che il testosterone libero non è dosabile,che il varicocele di primo grado non è operabile,che la fuga venosa,nelle condizioni cliniche trasmesse, non è plausibile,che la cavernosografia/metria è pressoché abbandonata e,nel caso suo,inutile…Pensi quello che vuole,ma,magari,ricordi quanto le ho scritto.Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
corpi cavernosi normali

funzione arteriosa nella norma

velocità telediastolica >5cm/sec. da consigliare la cavernosografia dinamica
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
…ribadisco…inutile e potenzialmente dannosa.Cordialità.
[#8] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
dottore quali possono essere i danni dovuti ad una cavernosografia dinamica?

grazie
[#9] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013


Utente 324767


Invia un messaggio a questo utente invia msg

stamani mi sono recato all'ospedale su consiglio dell'andrologo di riferimento per fare questa cavernosografia ma il dottore che svolge questo esame mi ha bloccato.

non mi ha potuto fare la diagnosi perché era impegnato in altri interventi e di riprendere l'appuntamento....però al tempo stesso mi ha spiegato che questo è un esame invasivo che non si fa su due piedi e che bisogna concordarlo prima molto bene e con le dovute indagini con il proprio andrologo. io gli ho spiegato le mie perplessità da quello che ho visto scritto in giro e lui mi ha dato conferma delle possibili ripercussioni che ci possono essere su pene.
in più mi ha detto che è una cosa che devo essere convinto io di fare dopo che il mio andrologo mi ha spiegato tutti i pro e contro.

a dire la verità il mio andrologo mi ha detto che questo esame era una stupidata senza alcun rischio di danno e che se era dannoso non me lo consigliava.

adesso ne parleremo più approfonditamente poi deciderò


ps ma questa fuga venosa va ad intaccare in modo sostanzioso l'erezione o no?