Utente 219XXX
Di recente ho effettuato esami del sangue ed urine h24, di seguito i risultati rilevati fuori parametro:

uricuria 0,18 (0.25-0.75 g/24h)

potassiuria 24 (30-90 mmoli/24 h)

citrati urine 104 (300-900 mg/24 h)

Ho preso l'allopurinolo prima degli esami e ho rispettato la dieta che mi è stata prescritta.

Premetto che andrò quanto prima dal dottore, i risultati sono preoccupanti? Ho letto cose preoccupanti su valori così bassi.

La seconda visita dal nefrologo l'avrò in maggio 2014 (visita prenotata in ottobre 2013)...una vergogna. La prima è stata in aprile 2013 e la dottoressa mi ha detto di tornare tra sei mesi...quindi ottobre 2013...

Grazie
[#1] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
0% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Al di là del basso valore di citrati che può essere tranquillamente corretto da qualche supplementazione assunta per via orale, i valori che lei presenta sono normali.
Ha dimenticato di scrivere una cosa fondamentale. Come mai ha effettuato questi esami? Immagino per una calcolosi. Purtroppo non avendo questa informazione non posso che consigliarle di recarsi dal suo nefrologo per una valutazione più accurata.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Egr. dott. la ringrazio per la risposta.

La visita dal nefrologo la farò di sicuro, anche perché è stato il nefrologo a prescrivermi gli esami effettuati.

Mi sono recato dal nefrologo in aprile scorso per valutare il trattamento di valori sopra la media di colesterolo e uricemia.

Mi ha prescritto gli esami elencati sopra ed altri (gli altri tutti entro valori medi) e mi ha dato dei consigli dietetici.

Nel 2008 ebbi una colica renale, che per fortuna non si è più ripetuta, per ora!
[#3] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
0% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Esatto. Segua i consigli dietetici del suo medico. Gli chiesa se ritiene necessaria una supplementazione con citrati.
Non sottovaluti il problema colesterolo ed acido urico. Se la dieta dovesse fallire esistono degli ottimi farmaci per poter controllare al meglio questi valori .
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Con i consigli dietetici sono riuscito ad abbassare leggermente il livello del colesterolo cattivo, e per la mia dottoressa per ora può essere sufficiente così, senza usare farmaci. Il valore alto del colesterolo è una situazione familiare per il mio caso.

Per l'uricemia alta la sola dieta purtroppo non mi basta, e mi è stato prescritto l'allopurinolo.

Può essere stato questo farmaco ad influire sui risultati degli esami?
Non ho mai fatto questi esami prima, quindi non saprei i valori degli stessi senza uso del farmaco in questione.

Leggevo che valori così bassi possono essere riferiti a malattie particolari, è la verità?

Grazie per la disponibilità.
[#5] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
0% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Valori di acido urico così bassi sono sicuramente l'effetto dell'allopurinolo. E non la sottopongono ad alcun rischio, anzi rappresentano un beneficio. Del resto è lo scopo per cui le è stato prescritto l'allopurinolo. Stia tranquilla e non abbia paura di assumere una statina se soffre di ipercolesterolemia familiare
[#6] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Ho avuto ieri la visita con il nefrologo (fatto visita privata altrimenti aspettavo 6 mesi...).

Mi è stato ribadito quanto accennato da lei in precedenza...ovvero, l'unica cosa, per ora, prendere del citrato 2 o 3 volte al giorno e ripetere gli stessi esami a distanza di un anno.

Il medico mi ha detto di prendere tranquillamente quello in vendita nei supermercati. Prendere 1 cucchiaio grande e scioglierlo in un bicchiere di 250 ml di acqua per tre volte al giorno.

Secondo lei può essere una dose eccessiva?
Secondo lei devo prenderlo ogni giorno o a intervalli?
E poi, ho scoperto ora che ci sono differenti citrati in vendita...meglio quello di potassio o di magnesio?

Altrimenti mi ha prescritto un integratore, con la stessa funzione ma in vendita in farmacia, a mia scelta.

Grazie ancora per la disponibilità!
[#7] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
0% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Le spiego alcune cose:
1) il fabbisogno giornaliero di citrati è tra i 300-500 mg al giorno. È impossibile dire se la dose che le è stata raccomandata è sufficiente. Dovrebbe ripetere l'esame urine dopo una settimana di assunzione costante e vedere se il valore si è normalizzato
2) l'assunzione di citrati è finalizzata all'alcalinizzazione delle urine. Non vi è differenza tra citrati di potassio e di magnesio, sempre che la sua funzione renale sia normale(non mi ha mai mostrato una creatininemia)
3) l'alcalinizzazione urinaria e l'assunzione di citrati è raccomandata nei produttori di calcoli. Anche perché l'assunzione è a vita. Lei ha mai formato calcoli? In tal caso i citrati le torneranno molto utili

Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Riprendo questo post, per chiedere ancora un'informazione.
Seguito prescrizione medica devo cominciare a prendere un integratore a base di citrato potassio e magnesio.
Acquistata la scatoletta delle compresse, mi accorgo che uno dei componenti di questo integratore sono "grassi vegetali idrogenati".

Mi è sempre stato detto che quel tipo di grassi sono sconsigliatissimi, specialmente per chi ha la tendenza ad avere il colesterolo alto (come me). Che faccio? Prendo l'integratore o evito?

Grazie