Utente 324XXX
Salve, il 3/10 mi sono state rimosse un paio di marische anali con emorroidectomia ligasure; una a ore 6 di piccole dimensioni e una a ore 9 piuttosto grande. Il dolore nei giorni successivi è stato quasi insostenibile e a distanza di una settimana mi sono resa conto di avere un trombo anale della grandezza di una noce che mi fuoriusciva dall'ano (sapevo che si trattava di un trombo in quanto ne avevo avuto uno 4 anni fa che mi era stato inciso al pronto soccorso e dal quale era residuata la marisca più grande). Il chirurgo che mi ha operata mi ha prescritto il deltacortene e il trombo per fortuna si è riassorbito. Tuttavia il medico mi ha detto che a causa di questa complicanza, i tempi di guarigione si sono allungati, infatti a distanza di 22 giorni ho bruciore quando evacuo e perdo ancora sangue, a volte si tratta di piccole strisce rossastre sulle feci, altre volte parte addirittura qualche schizzo di sangue. Nell'ultima visita, effettuata il 23/10, mi ha detto che la ferita sta guarendo molto lentamente, di mantenere le feci morbide per altri 15 giorni e che la cicatrizzazione si avrà tra 20-25 giorni. Tuttavia sono un pò preoccupata in quanto il chirurgo, a mio avviso poco professionalmente, non mi ha messo a conoscenza delle possibili complicanze di un intervento del genere e durante le visite si è dimostrato sempre molto frettoloso.Quindi volevo porvi alcune domande:
1)avendo notato che le feci sono di dimensioni ridotte, c'è rischio di avere una stenosi anale?o questa complicanza si verifica solo nei casi di emorroidectomia milligan morgan?ripeto che le marische asportatemi erano due e a poca distanza l'una dall'altra.
2)nel punto in cui mi è stata asportata la marisca più grande, ho notato una pallina un pò dolente e lì vicino qualche piccolo cuscinetto rosa da cui esce sangue. Presumo si tratti dell'edema dovuto all'operazione. In quanto tempo dovrebbe riassorbirsi?
3)entro quanti giorni potrò riprendere a fare sport (corsa nel mio caso)?
4)il chirurgo continua a sostenere che per pulirmi basta solo l'acqua. Non mi ha infatti prescritto né disinfettanti né saponi. Andando contro a quanto mi ha detto, ogni volta che faccio il bidet, diluisco nell'acqua un pò di amuchina per paura di infezioni. Quando potrò tornare ad utilizzare il sapone?
5)le perdite di siero che trovo sulle garze quando spariranno?
6)nell'ultima visita il chirurgo mi ha un pò spaventata in quanto mi ha detto che anche dopo la cicatrizzazione ci vorranno mesi, se non addirittura un anno perchè l'ano torni all'elasticità di prima.Leggendo inoltre altre esperienze in internet ho letto di una signora che a distanza di due mesi dall'intervento sente che la parte operata è ancora molto delicata.Ora, premettendo che io mi sono fatta operare per ragioni puramente estetiche, mi chiedo quanto ne sia valsa la pena. E vorrei sapere qual è la verità riguardo ai tempi di cicatrizzazione effettivi.
Vi ringrazio per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La maggior parte delle sue legittime domande richiedono una vista per una risposta seria.
In linea di massima, l' asportazione di marische (che non è un'emorroidectomia) non comporta stenosi,un ano operato tuttavia dfficilmente present caratteristiche uguali a quelle di un ano sano e una certa rigidità cicatirziale, di grado variabile, è sempre presente.
Edema, tempi di guarigione e modalita' di detersione variano in base alla condizioni locali.
Prego.