Utente 280XXX
salve, è da un anno che ho i linfonodi del collo ingrossati e dolenti, (probabilmente a seguito di una mononucleosi che non so nemmeno io quando l'ho avuta, ma dal test (fatto sempre 1 anno fa) risulta che l'ho avuta). dunque volevo chiedere siccome sono rimasto in questa situazione, ed a me danno davvero molto fastidio se contattando un chirurgo sia possibile la loro asportazione almeno di quelli piu grandi. l ultima eco effettuata a marzo 2013 riporta:ghiandole e parotide nella norma, 2 piccoli linfonodi dim, 6.4 sia al polo dx che al polo sx della parotide.
laterocervicale giugulodigastrico sx di 19x7mm altro piu mediale e caudale di 25x3mm
giugulodigastrico dx 28x7mm
altri elementi minori bilateralmente.
il tutto a verosimile eziologia-reattivo-flogistico.

ortopanoramica nulla da evidenziare per il dentista.
otorinolaringoiatra faringite cronica.

fatte piu cure con aerosolterapia.
antinfiammatori.

volevo chiederle dunque se fosse possibile una loro rimozione almeno i piu grandi dei giugulodigastrici in quanto mi arrecano un disagio infinito poichè li sento e mi danno molto fastidio. e se tale rimozione comporta come effetto un aumento di altri linfonodi a seguito di questi che vengono rimossi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Federico Servadio
24% attività
4% attualità
12% socialità
SAN GIULIANO TERME (PI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Forse prima di asportarli tutti, cosa peraltro non banalissima, può avere senso confrontarsi con il chirurgo di fiducia e valutare eventualmente o un agobiopsa o l'asportazione di uno solo linfonodo più superficiale e suo esame istopatologico. Questo per valutare se effettivamente necessario sottoporsi ad un intervento abbastanza invasivo, riservato generalmente alla presenza di tumori accertati del distretto cervici-cefalico.
Cordiali Saluti