Utente 240XXX
anni 54
altezza 1.79 m
peso 77
soggetto diabetico; diabete mellito 2

terapia per diabete (farmaci) solosa 2mg+galvus
per ipertensione mattina Valpression da 160 mg sera cardura da 2 mg
spesso ma in questi ultimi giorni è più insistente durante la notte nelle ore di prima mattina la pressione comincia a salire supera i 150 quella sistolica mentre quell che più mi preoccupa e quella diastolica che supera sempre i 90 è nel 50% dei casi e fra i 95 e 100 ogni tanto arriva anche anche a 105
che tipo di controllo devo fare oltre a quello cardiologico, il mio medico (mutua) noto che insiste sulla terapia farmatologica l'ultima volta mi ha aggiunto la cardura la sera. ma in questi giorni sembra che che la terapia non basta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
I valori pressori che riferisce superano abbondantemente quelli raccomandati nei soggetti diabetici (120/80 mmHg).
E' pertanto necessario che si sottoponga con sollecitudine ad una visita specialistica cardiologica per eseguire gli approfondimenti diagnostici clinici e strumentali che il collega riterrà necessari e che gli consentiranno di prescriverLe la terapia più indicata nel Suo caso specifico.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
la informo che subito dopo la domanda che le ho posto ho avuto ancora problemi e stavolta oltre alla pressione alta ho avuto forte tachicardia AL PUNTO CHE SONO STATO a distanza di 5 giorni in pronto soccorso due volte, la prima notte la pressione è arrivata a 190/100 con tachicardia, in pronto soccorso mi hanno trattato con lasix e gocce di lexotan mal'ECC non c'era niente di particolare, per sicurezza mi hanno fatto gli esami di routine ma con esito negativo dopo 3 giorni un attacco sempre durante la notte e stavolta con valori pressori superiori 215/100 e con frequenza cardiaca a 116 solita prassi in pronto soccorso, La tachicardia si manifesta anche la sera pressione 167/97 frequenza 110 ma stavolta faccio da me prendendo una sanax e un diuretico il giorno stesso mi reco da Cardiologo nel pomeriggio, dall'ECC niente di particolare dall'EC mi riscontra che le pareti del cuore sono un po dilatate e mi dice di stare tranquillo, mi cambia la terapia mi aggiunge la cardicor da 2,5 mg, da prendere alle 20.00 alle 16,00 una pastiglia di cardura da 2 mg e alla mattina alle 08.00 la valpression da 160 mg, quella sera stessa prendo la cardicor ma mi succede un fatto strano pressione prima della somministrazione 138/84 frequenza 77 dopo due ore 115/74 frequenza 67 al che mi preoccupa al che dopo 20 minuti la misuro nuovamente ma adesso la pressione e 141/91 F.67 ?? dopo 10 minuti la ripeto 165/100 F 67 (paura) cosa succede forse preso dal panico mi agito prendo sanax da 0.25 intera e in più per sicurezza anticipo la valpression da 160. non ho più misurato la pressione e finalmente sono riuscito a prendere sonno, come mai da una pressione cosi bassa in pochi istanti è ritornata alta?
[#3] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
la informo che da martedi sto seguendo la cura prendendo il cardura alle 16.30 il cardicor da 2,5 mg alla 20.30, ma nonostante i farmaci continuo durante la notte a svegliarmi agitato, il primo giorno (martedi/mercoledi) con poca tachicardia (grazie al cardicor) non ho misurato la pressione per paura di agitarmi di più e per sicurezza ho anticipato di molto la somministrazione della valpression (invece delle ore 08.00) il secondo giorno alle ore 17 somm. la cardura e alle 20.30 la cardicor vado a dormire alle 22.30 (mercoledi) prima di farlo prendo mezza xanax da 0.25 mg mi sveglio alle ore 24.00 cuore agitato ma dopo un po riesco grazie ad un'altra mezza xanax a riprendere sonno poca tachicardia ma alle 03.00 mi sveglio nuovamente agitato anticipo la valpression, Pressione il giorno dopo; (giovedi)141/80 frequenza 89, il terzo giorno ripeto le somministrazioni in orario stavolta vado a dormire alle ore 00.15 (venerdi) con mezza xanax mi sveglio alle 02.00 (venerdi) stavolta agitato ma con più tachicardia non misuro la pressione per paura dopo una mezzora riesco a calmarmi ma non troppo e riprendo sonno, ma alle .05.00 mi risveglio mi tasto il polso e sicuramente un po pesante forse la pressione si è alzata e anche i battiti prendo la valpression e dopo 15 minuti mi riaddormento, pressione appena sveglio ore 09.30, 130/74 frequenza 79, Se continuo cosi la notte avrò sempre più panico Ma poi mi domando perché questo succede durante la notte? il cardiologo non mi ha prescritto nessuna altro esame (tiroide, oppure holter 24h ecc.) secondo VOI?
[#4] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Dal Suo racconto si evince una evidente sindrome ansiosa che, oltre a peggiorare notevolmente la Sua qualità di vita, Le provoca di riflesso tachicardia ed ipertensione.
La terapia cardiologica prescritta comincia a dare i suoi effetti, ma credo che solo con l'integrazione di un adeguato trattamento ansiolitico (prescritto dallo specialista) si potrà ottenere un decisivo miglioramento.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dottore, spero sia soltanto un scia ansiosa dovuta al ricordo degli attacchi di pressione e tachicardia avuti in precedenza e che mi hanno costretto a recarmi in pronto soccorso, al sol pensarci vado in ansia,
[#6] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
dottore mi permetta di fare un'osservazione, come lei ha potuto leggere sopra la pressione arteriosa è vero la mattina è migliorata però per il fatto che io anticipo la valpression ore prima, ora visto che io somministro la cardura alle 17 e il cardicor alle 20.30, mi aspetterei che la pressione arrivasse ad avere quei valori sopra prima della somministrazione della valpression, non è la Cardura a coprirmi tutta la notte? allora perché durante la notte il mio battito si fa pesante indice di rialzo della pressione? la valpression mi dovrebbe coprire durante il giorno ed infatti durante le ore diurne non ho problemi soprattutto adesso la mattina, cosa che devo dire che non succedeva prima della somministrazione della cardura e del cardicor dicamo che un piccolo beneficio l'ho avuto, sta di fatto che di notte sentirmi più forte il cuore battere mi agita e mi fa aumentare la tachicardia e devo ricorrere all'ansiolitico. e mi creda e davvero noioso e stressante. interrompere il sonno. Un ulttima cosa Dottore ho notato che dopo aver assunto il cardicor +o- 2 o 3 ore dopo ho una sensazione di brividi di freddo con tremore è normale?. e il farmaco che lo produce?.
[#7] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Con questo mezzo non è possibile dare consigli terapeutici. Si affidi al cardiologo di fiducia chiedendo a lui eventuali modifiche sull' orario di soministrazione dei farmaci (ad esempio sulla possibilità di suddividere il bisoprololo in sue somministrazioni ogni 12 ore). Le confermo nuovamente la necessità di un consulto specialistico per la definitiva risoluzione della Sua sindrome ansiosa, che causa e sostiene la Sua sintomatologia.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
dottore ho letto il foglietto illustrativo della cardura, ed ho trovato che comunemente può portare anche tachicardia e palpitazioni, oggi dopo avermi somministrato puntualmente il farmaco dopo un'ora ho avuto la sensazione di difficoltà respiratoria naturalmente non molto forte pero calcoli che dalle 18.30 a tutt'ora che sono le 22 ancora ho questa sensazione, vorrei chiederlo al mio medico-amico cardiologo ma credo di sapere già la sua risposta -sei troppo ansioso- ma mi scusi non è lecito e regolare quando si prende un farmaco avvertire il proprio medico se ci sono dei problemi? senza essere subito classificato ansioso,
se potessi cambiare la cardura con un altro farmaco?
[#9] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Le ripeto che non è possibile (oltre che illegale) dare consigli terapeutici a distanza, senza visitare direttamente il paziente.
Si rivolga ad un cardiologo -se non ha fiducia del Suo amico ne consulti un altro- che dopo averLa controllata personalmente potrà eventualmente intervenire sul tipo e sul dosaggio dei farmaci da Lei assunti.

Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dottore non voglio insistere ho capito benissimo il problema
[#11] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
la informo che mercoledi scorso ho consultato un'altro cardiolologo, dopo un'attento esame con ECC ed ecocardiogramma niente di particolare da preoccuparsi un cuore un po ipertrofico e leggero rigurgito, per quanto riguarda la cura dell'ipertensione mi cambia la terapia mi da il norvasc da 10mg, e il kanrenol da 25 mg una pastiglia al giorno, mi dice che l'ipertensione potrebbe essere dovuta a un eccesso di consumo di potassio eche gli effetti del farmaco si sentiranno dopo 3 4 settimane e se farà effetto potremmo ridurre il norvasc a 5 mg e la valpression a 80 mg in più per l'ansia da prendere una pastiglia di xanax da 0'25, comincio la cura per i primi due giorni noto che il kanrenol è un diuretico e aumenta le urine durante la notte,infatti i primi due giorni la pressione di notte e minore e al mattino scende quasi ad 80 la minima, ma al quarto giorno non ho dormito proprio perchè ogni mezzora andavo in bagno questo è continuato anche il giorno dopo (martedì) fini a stressarmi il che mi ha fatto prendere la decisione di non prendere la pastiglia, la cosa mi ha preoccupato, domani ritirerò gli esami fatti venerdi e saprò i risultati anche dei livelli di potassio , sodio, calcemia, creatinina e subito mi rechero dal cardiologo ad informarlo, sia degli esami sia dei problemi della terapia assegnatomi,