Utente 230XXX
buonasera gentili dottori,vorri porvi una domanda:
l'8/10/2013 sono andato al san carlo di roma per un trauma alla mano sinistra:mi hanno fatto una rx in 3p e si è evidenziato un "lieve edema del dorso della mano sonistra e del polso,con limitazione funzionale alla supinazione e alla pronazione".L ortopedico che mi ha visitato mi ha dato un tutore da portare per 10 giorni(non di notte). Ora,sono passati questi 10/15 giorni ma ora ho ancora dolore nel piegare la mano e nel fare pressione.il dolore maggiore lo avverto nella parte "molle" vicino al polso tra pollice e indice.Sono stato per una visita ortopedica di controllo e lo stesso ortopedico mi ha detto che sospetta una Sindrome di Quervain,quindi mi da"arcoxin" e "lansoprazolo" per 15 giorni più tutore per le ore diurne.
Vorrei sapere cosa ne pensate e se effettivamente la terapia da lui indicata fosse corretta
aggiungo che non cè segno di gonfiore ne di infiammazioni
grazie per la Vostra risposta e per l'aiuto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

difficile per noi confermare o meno la diagnosi di De Quervain: si di questo si tratta, la terapia prescrittale potrebbe darle un certo beneficio, ma potrebbe anche non essere risolutiva.

Conviene attendere e vedere come va.

Buona notte.