Utente 325XXX
Salve, ho da poco eseguito un' operazione di circoncisione e frenuloplastica ma ho ancora un problema, il mio pene presenta una curvatura ventrale (congenita, l' ho sin dalla nascita) di circa 20/25 gradi ( stimata da un andrologo a ''occhio'').
Ho parlato del problema con due andrologi, uno mi ha detto che è possibile intervenire con la tecnica di nesbit ( accorciando il lato lungo) e che non ci sarebbero problemi, mentre un altro mi ha sconsigliato fortemente l' intervento in quanto ha detto che è molto invasivo e che potrebbero esserci gravi conseguenze in futuro come erezioni difficoltose, e rischio che vi siano traumi durante i rapporti (mi ha parlato anche di una cicatrice molto vistosa lungo tutta l' asta peninea....), quest' ultimo però non mi ha parlato di ''accorciare'' il lato lungo ma invece di ''allungare'' quello corto...., mi ha quindi consigliato di lasciare la cosa così com' è con la ''semplice'' precauzione di non ricorrere ad alcune posizioni durante il rapporto sessuale (come se fosse una cosa da poco...)

La mia domanda è....l' intervento è davvero una cosa così ''pericolosa''?? è possibile contando la curvatura non accentuata risolvere il problema in modo non chirurgico?

Grazie mille delle risposte e scusate il linguaggio poco ''tecnico''....

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente in genere l'intervento è consigliato quando la curvatura crea un impossbilità ad avere penetrazione, altrimenti non c'è una forte indiocaizone ad eseguire lo stesso.
per quanto rigurda la pericolosità come tutti gli interventi hanno dei rischi e pertanto fatti solo se necessari
[#2] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
generalmente una curvatura al di sotto dei 30° non crea difficoltà al rapporto, nè vincola a posizioni obbligate. Nel suo caso parrebbe non indicata pertanto una correzione chirurgica.
Peraltro per rispondere alla sua domanda la correzione chirurgica, in mani esperte, non è un intervento pericoloso e non lascia cicatrici vistose.
[#3] dopo  
Utente 325XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille a tutti e due delle risposte, avrei altre due domande...

I punti utilizzati per l' asta sono riassorbibili o rimangono e si noteranno al tatto? Per quanto tempo circa si deve stare in mutua per un intervento del genere?

Come ultima cosa chiedo se dopo un intervento del genere si potrà assumere finasteride (1mg al giorno per contrastare la caduta dei capelli) o se vi possano essere problemi....(oltre a quelli che si potrebbero verificare ad una persona che non ha eseguito questo tipo di intervento.....)

Grazie mille in anticipo.
[#4] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Provo a rispondere alle sue domande:
-i pinti sull'asta dipendono dalla tecnica usata e se si pratica o meno la circoncisione consensuale. Di minima è da mettere in conto che siano percepibili dei punti sottopelle, che si riassorbono nel giro di qualche mese.
-Mutua: raccomanderei non meno di 2 giorni di riposo dopo l'intervento (dipende poi sempre dalla tecnica utilizzata).
-l'uso di finasteride non comporta rischi aggiuntivi dopo correzione di curvatura; personalmente non raccomando l'utilizzo di questo farmaco per possibili effetti collaterali negativi sulla sfera sessuale.