Utente 295XXX
Buonasera a tutti.
Soffro praticamente da sempre di eiaculazione precoce, ed ho provato praticamente di tutto ( ovviamente secondo le indicazioni del mio andrologo e mai di testa mia). Ho iniziato con la paroxetina, che dopo dei mesi mi ha dato dei problemi in quanto non riuscivo più ad avere un'erezione, sono passato allo zoloft, poi al cipralex ma niente, dopo nemmeno un mese è come se ne fossi saturo e tornava con prepotenza il problema di erezione. Allora ho abbandonato mio malgrado la terapia farmaceutica, che è quella che mi dava maggior sicurezza in quanto l'effetto era 24 ore su 24 ogni giorno, e sono passato ad assumere dapoxetina al bisogno, ma ahimè anche con questa ho fallito poichè non ero evidentemente tranquillo, data l'ansia che mi veniva dal momento dell'assunzione all'atto, quindi le erezioni ne hanno risentito( premetto anche che non ho alcun problema di erezione di base ). Da un paio di mesi sto integrando anche con una terapia psicologica da un bravo professionista, solo che lì i tempi sono evidentemente più lunghi, mentre io ho assolutamente bisogno di un rimedio temporaneo efficace: il mio andrologo mi ha detto di riprovare col cipralex, nonostante io abbia seri dubbi su una sua nuova riuscita, e che nel caso in cui fallisca esistono degli inibitori naturali della serotonina meno forti dei farmaci ssri ma proprio per questo danno solo benefici, anche se minori, ma non effetti collaterali sulle erezioni.
Vi chiedo cortesemente, avete mai sentito parlare di questi prodotti ? e vi è mai capitato di prescriverli, ed eventualmente che i vostri pazienti ne abbiano beneficiato?
confido molto in una risposta positiva, sarebbe un lume di speranza di cui ho davvero bisogno. Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,personalmente ritengo poco corretto ricorrere ai farmaci off label,in presenza di un farmaco brand (originale) che,in mani esperte offre garanzie certamente maggiori dei citati ssri.Inoltre,la strategia combinata andrologo/psicosessuologo,sembra dare dei frutti nel tempo.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2013
Grazie della risposta.
Non ho capito quale è il farmaco originale a cui si riferisce; se posso chiederle, lei ha mai sentito parlare di questi farmaci ? la mia curiosità, nonchè speranza, era quella principalmente, grazie per l'attenzione.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

una terapia mirata la già provata, le terapie da lei prospettate vanno discusse sempre con il suo andrologo od urologo e qui poco le possiamo dire sulla sua situazione clinica specifica.

Comunque, se desidera avere alcune considerazioni generali sull'utilità di altre terapie, oltre alle corrette indicazioni già ricevute dal collega Izzo, si legga questi articoli:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.


[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
…ovviamente alludevo alla dapoxetina…Cordialità.
[#5] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
mi associo ai Colleghi nella risposta.

L'eiaculazione precoce è una disfunzione abbastanza complessa sia sul piano diagnostico, che terapeutico.

Escluse le cause organiche, si dovrà procedere con le cause che hanno indotto l'insorgenza e soprattutto il mantenimento della disfunzione, come per esempio quelle psichiche, correlate alla cattiva gestione dell'ansia, da cattivo apprendimento sessuale e così via.....

Non è conveniente trattare solo il "sintomo eiaculatorio" senza la cornice emozionale/relazionale che sta dietro la risposta sessuale....




Le allego delle letture ed un "canale salute" tutto sull'e.p


http://www.medicitalia.it/salute/eiaculazione-precoce


http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/3854/Si-puo-prevenire-l-eiaculazione-precoce-Quell-incontrollabile-fretta-del-piacere
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1358/Eiaculazione-precoce
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1190/Eaiculazione-precoce
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/963/Eiaculazione-precoce-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/3220/Eiaculazione-precoce
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

come indicatole dal collega Izzo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate sulla terapia da lei indicata, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/210-dapoxetina-nuovo-farmaco-trattamento-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.