colon  
 
Utente 242XXX
Salve,
premetto che ho sempre avvertito extrasistoli fin da piccolo, ora ho 36 anni 1,77 x 82kg, e non mi sono mai soffermato molto sul problema, in quanto accadevano veramente di rado, un paio al mese a volte anche meno.

Da oltre 1 mese, purtroppo, le avverto ogni giorno, la sensazione è quella di una capriola al cuore, a volte quasi un "colpo" nel petto che mi fa gelare il sangue per qualche secondo, non ho tachicardie, giramenti di testa, nessun altro sintomo collegato.

Anno scorso, ho fatto un controllo generico al cuore: ho eseguito un esame holter (tutto bene, rilevati solo 5 battiti ventricolari e 2 sopraventricolari isolati frequenza cardiaca (totale QRS 82332) media: 58 bpm giorno 08-21: 62 bpm notte 23-06: 53 bpm) - un ecg ok - un ecg sotto sforzo ok e un ecocardio ok dove è stato rilevato un minimo prolasso della valvola mitrale con lieve insufficienza senza significato emodinamico.

La provo sotto sforzo l'ho rifatta anche settimana scorsa e non sono apparse extrasistoli durante l'esercizio.

Mi alleno 4 giorni su 7 (pratico arti marziali) a livello piuttosto intenso, durante lo sforzo fisico non avverto extrasitoli, le avverto quasi sempre da sedere o da steso a riposo. In questi giorni ne avverto da 5 a 10-15 al giorno.

Non fumo, ho praticamente ridotto al minimo i caffè e gli alcolici ma non ho notato grandi benefici.

Soffro di meteorismo, a volte di colon irritabile e anni fa mi è stato diagnosticato dall'otorino dopo un forte mal di gola, un' esofagite da reflusso (non ho mai fatto gastroscopia, l'hanno diagnosticata facendo delle fotografie alla gola). Le extrasistoli le avverto ad ogni orario del giorno anche se ho notato che aumentano leggermente dopo i pasti. In questo periodo sto assumendo gaviscon dopo pranzo e carbone vegetale la sera dopo cena, in quanto verso sera mi sento più gonfio.

Domande:
1-Devo rifare gli esami cardiaci in particolar modo un nuovo holter? Ripeto non le ho mai avvertite per così tanti giorni di seguito...inizio a preoccuparmi, sono fastidiose.
2-Può l'attività fisica piuttosto intensa (mi alleno 6-7 ore a settimana) contribuire ad aumentare il numero di extrasistoli percepite? E' pericoloso fare attività fisica avendo una lieve insufficienza mitralica?
3-Ho letto che chi soffre di stomaco gonfio e meteorismo può avere anche extrasistoli ma di tipo non pericoloso, è vero?

Grazie in anticipo per le risposte che sicuramente mi saprete dare.
Buon lavoro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Francesco Vetta
24% attività
4% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
In merito al primo e terzo quesito le rispondo che, dato che le indagini già eseguite l'anno scorso sono più che tranquillizzanti, mi sembra più opportuno che lei concentri di più l'attenzione sui disturbi digestivi, per un trattamento completo, da cui, indirettamente, non può che trarre giovamento l'extrasistolia presente.
Lei può e deve svolgere regolarmente l'attività fisica. Un'ora al giorno rappresenta l'attività consigliata a tutti.
Cordialità