Utente 324XXX
Ho avuto alcuni episodi di TPS (due dei quali mi hanno costretto a ricorrere al Pronto Soccorso). Ho letto la richiesta di consulto di un utente (del 2010) che raccontava anch'egli di soffrire di TPS ma che aveva poi imparato a praticare la Manovra di Valsalva che gli bloccava sul nascere gli episodi. Io ho dato un'occhiata su Internet, ma con scarsi risultati e vorrei che un esperto (Cardiologo?) mi spiegasse "esattamente" come effettuarla, perchè ho sempre paura che possa ripresentarsi un episodio di TPS.
Grazie.
Francesco.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Francesco Vetta
24% attività
4% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
Le TPSV (tachicardie parossistiche sopraventricolari) sono di vario tipo e non tutte rispondono alla manovra di Valsalva (manovra basata su una profonda inspirazione, seguita da una manovra espiratoria con glottide chiusa, come se dovesse fare uno sforzo tipo il torchio addominale per andare di corpo, da mantenere per alcuni secondi. Tale manovra si può anche ripetere). Se lei ha dovuto ricorrere alle cure di un PS sicuramente ha a disposizione il tracciato ECG di PS che le consiglio di far vedere ad un cardiologo aritmologo, perché dallo stesso ECG si può comprendere meglio il tipo di TPSV. Se sono episodi ripetuti e fastidiosi è opportuno eseguire uno studio elettrofisiologico endocavitario per un'ablazione che risolve definitivamente il problema
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
Grazie. E' stato chiarissimo e professionale.
Cordiali saluti.
Francesco Guarino.