Login | Registrati | Recupera password
0/0

Dieta e calorie

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2013

    Dieta e calorie

    Salve, ho iniziato il 31/05 di quest'anno una dieta seguito da un medico dietologo che progressivamente dalle 1500 calorie iniziale in modo progressivo è arrivato a 1200 calorie. Uomo, 46 anni, altezza 1,73 m, peso iniziale 137 kg, oggi dopo 5 mesi di cura peso 103 kg. Vorrei sapere se un così basso apporto calorico prolungato nel tempo può essere dannoso per il mio organismo e in particolare al mio metabolismo basale.

    Ringrazio in anticipo per la risposta.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 798 Medico
    Perfezionato in:
    Medicina estetica
    Scienza dell'alimentazione

    Risponde dal
    2009
    Gent. utente,

    in effetti sia l'apporto calorico iniziale (1500 kcal) che quello attuale (1200 kcal) risulta essere davvero "restrittivo" per un soggetto con le Sue caratteristiche.

    Non dubito assolutamente sulla corretta valutazione medico-dietologica che ha portato il collega ad impostare un piano alimentare ipocalorico così basso, ma con un calo ponderale come quello ottenuto ( - 34 kg in 5 mesi) è consigliabile sottoporsi ad un controllo della composizione corporea e ad un eventuale esame ematochimico, se non li ha effettuati in tutto questo tempo.


    Prego.
    Cordiali saluti.


    Dott. Serafino Pietro Marcolongo
    Dietologia - Medicina Estetica
    IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2013
    Mi sono sottoposto su richiesta del medico ad esami del sangue e delle urine, sia alla prima visita che recentemente (un paio di settimane fà).
    I valori sono tutti nella norma, alcuni che presentavano livelli "borderline", sono diminuiti (mi riferisco in particolare alla glicemia e l'uricemia). Aggiungo inoltre che ad ogni visita lo staff del medico mi misura con un esame impedenziometrico la quantità di massa grassa per valutarne la corretta diminuzione.

    Sto tuttavia incontrando difficoltà a mantenere per un periodo così lungo la forza necessaria per proseguire nella dieta. Difficoltà aumentata con il dubbio che sottopormi a questo regime calorico così ridotto non fosse nocivo alla mia salute.

    La ringrazio per la risposta e mi scuso per eventuali imprecisioni.



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 798 Medico
    Perfezionato in:
    Medicina estetica
    Scienza dell'alimentazione

    Risponde dal
    2009
    Bene!

    Se la valutazione della composizione corporea con esame impedenziometrico ha evidenziato percentuali delle masse nei range ed i risultati degli esami ematochimici e delle urine valori normali non dovrebbe preoccuparsi.

    E' molto probabile, invece, che le Sue perplessità scaturiscano da una stanchezza psicologica alimentata dal lungo periodo di dieta dimagrante...

    Ne parli pure con serenità col Suo Dietologo per decidere se e come proseguire.

    Se può far piacere, mi aggiorni pure.


    Prego.
    Cordialmente.


    Dott. Serafino Pietro Marcolongo
    Dietologia - Medicina Estetica
    IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

Discussioni Simili

  1. Informazioni su visita diabetologica
    in Diabetologia e malattie del metabolismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01/07/2013, 11:21
  2. Galattosemia
    in Diabetologia e malattie del metabolismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12/12/2012, 22:46
  3. Glicemia
    in Diabetologia e malattie del metabolismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12/12/2012, 18:09
  4. Frutta nella dieta. quale mangare
    in Diabetologia e malattie del metabolismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05/10/2012, 10:57
  5. Essere astemio
    in Diabetologia e malattie del metabolismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10/08/2012, 11:44
ultima modifica:  17/11/2014 - 0,08        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896