Utente 324XXX
Gentili dottori, sono un ragazzo di 26 anni e stamane in seguito a uno sforzo fisico lavorativo (spostavo cose pesanti), sono stato colpito da una improvvisa accelerazione dei battiti del cuore. La cosa strana è che non è stata un' accelerazione tipo quella che capita quando si fanno le scale oppure quando si fa qualcosa di fretta, ho avvertito i battiti accelerati al centro del petto e con molta intensità, tipo dei tonfi. Mi sono subito seduto, anche se non ne sentivo l' esigenza, e dopo 30 secondi tutto è rientrato nella norma. Non ho avuto capogiri, nessun dolore al petto o vertigini. Mio padre soffre di aritmia cardiaca ma io fino ad oggi non ho mai avuto problemi. Ho fatto una ecg da cui non è uscito nulla. Potrebbe essere stata una tachicardia o una aritmia dovuta allo sforzo? Soffro anche di reflusso ogni tanto e colon irritato con problemi digestivi. Ho prenotato cmq una visita dal cardiologo la prossima settimana. Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Francesco Vetta
24% attività
4% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
Conviene fare un ECG ed un'ecocardiogramma. Probabilmente ha avuto una tachicardia parossistica che necessita di approfondimenti mirati, partendo dagli esami consigliati da integrare con un ECG dinamico delle 24 h. Da queste indagini di base il Collega potrà orientarsi per eventuali indagini suppletive, magari anche non cardiologiche, visto che il reflusso gastro-esofageo può essere causa di aritmie.
Cordiali saluti
[#2] dopo  


dal 2014
Grazie mille.