Utente 226XXX
Salve, sono una ragazza di 27 anni, sto facendo delle analisi perché ho da tempo, gonfiore con crampi addominali, dopo determinati pasti. Così ho iniziato una trafila di analisi per celiachia e varie intolleranze, da qui però sono emersi dei dati che mi hanno un po' preoccupata. Premetto che 5anni fa mi è stata diagnosticata per puro caso la sindrome di Gilbert, in quanto avevo la bilirubina sia diretta che indiretta, alte. Il valore totale si è sempre aggirato intorno ai 2,49. Durante l'emocromo attuale per la prima volta il valore è risultato intorno a 3. Vengo da un periodo molto intenso e stressante, e questo non mi avrebbe destato più di tanto sospetto se non mi fosse stato riscontrato nulla all'ecografia epatica! Durante questa ecografia i medici hanno parlato di fegato con aspetto, lievemente a cielo stellato, spiegandomi che si tratta di aree di fibrosi. Mi hanno subito tranquillizzata dicendo che è un dato che si riscontra frequentemente nei giovani. Non mi hanno spiegato ne eventuali cause e ne' altro. Quando ho riferito che l'ecografia epatica di 5anni fa a detta della dottoressa era tutto nella norma, mi hanno risposto che evidentemente lei le aveva notate ma non mi aveva detto nulla, perché non sono indice di patologia nel mio caso. Io sono molto preoccupata, ho paura che ci sia del' altro. In famiglia mio zio e mio cugino hanno la bilirubina alta, ma è solo l'indiretta e non a valori alti come la mia. Devo preoccuparmi o è tutto nella norma?
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
La S. di Gilbert èuna malattia benigna caratterizzata da una elevazione della b. indiretta e non di entrambe le frazioni.

Quanto al dato ecografico, esso rientra in ambiti di normalità.

Le consiglierei di farsi correttamente inquadrare da un gastroenterologo esperto.

Saluti Cordiali
[#2] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Infatti anche io avevo letto che la sindrome di Gilbert e' data solo dall'aumento della bilirubina indiretta, ma sia il medico di famiglia che questi medici dell'ospedale mi hanno detto che questa sindrome può anche manifestarsi con l'aumento di entrambe purché la indiretta rappresenti la quota più alta. Siccome ho scoperto che esiste un test genetico per la diagnosi del Gilbert a questo punto mi conviene farlo, così mi tolgo ogni dubbio. Scusi se ritorno sull'ecografia, le volevo chiedere a cosa può essere dovuto questo aspetto del fegato a cielo stellato, queste aree di fibrosi? E' possibile che ci sia qualche collegamento con il virus di epstein barr e il citomegalovirus, in quanto, sempre 5anni fa facendo la conta anticorpale mi sono state trovate le IgG per entrambi i virus? Attualmente, tranne la bilirubina, tutto l'emocromo non ha valori alterati. Scusi se insisto sull'ecografia ma quei termini dei medici mi hanno spaventata, vorrei capire se qualcosa ha provocato quelle fibrosi, dato che ho letto che sono tipiche di epatite in fase acuta. La ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
L'aspetto descritto non è significativo di patologia;
i riscontri ecografici sono ben altri, insieme a quelli clinici e sierologici.

Prego
[#4] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Salve dottore, ho appena ritirato le analisi del sangue e delle urine. Ho trovato una serie di valori diversi dalla norma. Essendo studentessa, non posso per adesso usufruire del consulto del mio medico di famiglia, e sono un pò preoccupata. ora le trascrivo i valori anomali.

EMOCROMO: S-Urea 45 mg/dL (15-38)
S-Calcio ionizzato 3,5 mg/dL (4,6-5,3)
S-Calcio totale 8,3 mg/dL (8,5-10,1)
S-Glucosio 65mg/dL ( <100)
S-Bilirubina totale 3,14 mg/dL ( 0,20-1,00)
S-Bilirubina frazionata : diretta 0,45 mg/dL (0-0,20)
indiretta 2,69 mg/dL (0-0,75)
S-Colesterolo LDL (equazione di Friedewald): 91 mg/dL
Sg-VES 30 mm/h (1-20)
S- Immunoglobuline G-A-M : S-IgM 2,38 g/L (0,40-2,30)
NEUT% : 71,8 % (50-70)
Anti- TPO: 62,76 Ul/ml (1-16)


ESAME URINE STANDARD:
Chetoni >= 80 mg/dL (0-4)
Peso specifico 1031 (1003-1030)
Emoglobina 0,08 mg/dL (0-0,02)



Premetto che il giorno precedente agli esami ho eseguito la dieta prevista per il breath test, compreso il digiuno mattutino. Il giorno successivo ai test ho avuto l'esordio di influenza con tonsillite, più ciclo mestruale... La ringrazio per la cortese attenzione. Attendo quanto prima una sua risposta.
[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Con i limiti della distanza sembrerebbe un ittero benigno (Gilbert),
la VES è un dato aspecifico di infiammazione,
difficile andare oltre via web,
occorre pertanto visitare il, in questo caso "la", paziente.
[#6] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
calcio e vitamina D bassi a cosa possono essere dovuti? e gli anti-TPO? Scusi se insisto dottore, ma vorrei capire quali potrebbero essere le probabili cause, sempre considerando i limiti della consulenza online.Giusto per capire in che direzione devo orientarmi, dato che solo la prossima settimana posso consultare il medico di famiglia. Ho paura che ci sia dell'altro oltre al Gilbert.
[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non mi sembra ci sia una flessione importante della calcemia,
mentre gi anti-TPO possono rappresentare un esito di tiroidite.

Richieda una visita specialistica ... la rasserenerà.
[#8] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Provvederò quanto prima. Mi scusi ma per esito intende tiroidite in atto o una tiroidite passata? Ho letto una marea di cose su Internet , tra cui la tiroidite di hoshimoto, solo che parla anche di anti-tireoglobulina alterati, cosa che io nn ho.
[#9] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Ho scritto chiaramente "esito di tiroidite."

Stante i limiti di un consulto a distanza, una esatta verifica potrà essere fatta dal suo specialista di fiducia.