Utente 309XXX
Buongiorno,

sono alcuni mesi che soffro di un fastidioso bruciore anale (con un caso di sanguinamento dopo defecazione)e collegato bruciore al glande.
Al tatto credevo di avere identificato una piccola pallina, e mi sono recato dal mio medico di base il quale, dopo una piccola visita, mi aveva detto che dovrebbe trattarsi di una piccola ragade. Mi aveva indicato di utilizzare l'Antrolin. Dopo un paio di settimane il dolore sembrava essersi attenuato. Nel frattempo ho effettuato visite da un Andrologo per il problema al glande il quale mi ha fatto effettuare spermiocoltura e massaggio prostatico, entrambi gli esami con esito negativo. In quest'ultimo mese mi è tornato con ricorrenza il bruciore all'ano (e al glande) e credo che a questo punto sia il caso di effettuare una visita proctologica.
Premetto che nel corso della mia vita ho spesso avuto episodi di sanguinamento/emorroidi; tuttavia adesso ho una dieta ricca di fibre e le feci sono di consistenza molle. Il bruciore si presenta soprattutto durante la defecazione e l'emissione di aria e credo che la pallina sia ancora presente anche se di dimensione inferiore a prima. Essendo molto sensibile a visite invasive sono più che altro preoccupato dalla possibilità di effettuare esami come endoscopia rettale. Mi potrebbe cortesemente indicare come avverrà (e se secondo Lei è il caso di effettuarla) la visita proctologica e probabili cause (capisco che può risultare difficile/impossibile senza una visita diretta) ai miei problemi?

La ringrazio vivamente

Buona giornata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, la visita è indispensabile e deve essere espletata possibilmente con un'anoscopia, piccolo speculum che deve entrare nel canale anale, non si preoccupi perchè il proctologo sa se è il caso, come introdurlo. In questo modo si potrà formulare una diagnosi esatta con una terapia appropriata.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio mi recherò il prima possibile. Secondo lei, visto i miei sintomi, potrebbe essere una ragade cronica (perdura da parecchio tempo)? Più che altro spero non sia qualcosa di più grave (carcinoma), però la riduzione della pallina ed il beneficio che trovo utilizzando l'antrolin dovrebbe escluderlo, giusto?

Scusi ma per me è un periodo d forte stress.

La ringrazio nuovamente
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, dai sintomi che descrive è molto probabile che si tratti di una patologia benigna dell'ano, ma come comprenderà la visita è necessaria.
Saluti