Utente 326XXX
Buongiorno. La presente per chiedervi gentilmente un parere. Il mese scorso sono stata sottoposta ad isterosuzione in anestesia generale (per via endovenosa).
Al mio risveglio l'anestesista mi comunica di avermi somministrato del cortisone (Bentelan) in quanto ho manifestato un rash cutaneo al viso e al torace provocato, appunto dall'anestesia.
Al momento delle dimissioni, il medico non ha ritenuto opportuno comunicarmi il mix di farmaci che hanno costituito l'anestesia, in quanto il rash cutaneo rientra a suo dire tra i più comuni effetti "collaterali".

Posso stare tranquilla o meglio approfondire tramite un consulto allergologico?

In passato ho manifestato allergia all'antibiotico Eritromicina (nella forma di un'orticaria estesa) e all'assunzione della sogliola (nella forma di edema delle labbra e lingua) curate sempre in pronto soccorso tramite somministrazione di Bentelan. Relativamente ai due casi predetti, il medico di base non ha ritenuto opportuno fare indagini più approfondite.

Ringraziandovi per l'attenzione, porgo
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
personalmente trovo piuttosto singolare che l'anestesista La informi dell'occorrenza di una reazione avversa e poi Le neghi notizie sui farmaci che - secondo la sua stessa opinione - l'avrebbero provocata.
L'informazione dovrebbe giungere completa, con precisa indicazione di tutti i farmaci utilizzati, della tempistica, del tipo di eruzione cutanea sviluppata; lasciando il paziente libero di decidere se far studiare-giudicare o meno tale evento allo specialista allergologo, seppur consigliandolo secondo la sua esperienza personale.
Allo stesso modo credo che pure il ricorrere di episodi di orticaria/angioedema (oltre al recente «rash») meriti la valutazione da parte di un esperto in materia.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 326XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dr. Marchi, La ringrazio.
Quanto è successo mi ha lasciata perplessa ma non me la sono sentita di approfondire o questionare quel giorno già così "difficile".

Richiederò la cartella clinica, nella speranza che in essa siano riportati i farmaci somministrati e il tipo di eruzione sviluppata.

La ringrazio