Utente 715XXX
Ho vent'anni, da tre anni, nel periodo che va da maggio a metà luglio mi compaiono afte orali che si espandono in tutta la bocca sotto la lingua e sulle gengive e che mi rendono difficile mangiare, lavarmi i denti ecc, può capitare che scompaiano per qualche giorno poi ricompaiano; spesso vanno di pari passo con lesioni sul pene in particolare sul glande simili alle afte orali, a volte orzaiolo e fastidio agli occhi.
Dopo la prima "esperienza" nel 2006 sono stato visitato da specialisti che hanno escluso una sindrome di bechet.
ho fatto esami del sangue per eventuali allergie ma niente.
attualmente la mia bocca è invasa dalle afte e sto facendo una cura con bentelan,
Vorrei sapere quale potrebbe essere la causa di ciò e cosa dovrei fare, dal momento che mi hanno già visitato più persone e nn sono arrivato a niente.
bologna

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente per un problema complesso come il suo difficile risponderle telematicamente poichè le cause sono tante da problemi di origine virale,batterico,malattie di tipo intestinale,disvitaminosi,malattia di Bechet(che può indurre anche all'esecuzione di biopsia per esame istologico)et cetera et cetera.Pertanto non possiamo che rimandarla ad ulteriore visita Dermatologica che possa portare ad una diagnosi ed ad una terapia.
Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 715XXX

Iscritto dal 2008
la ringrazio vivamente,

volevo però precisare che ho fatto anche due volte esami batteriologici al microscopio e han dato esito negativo.... e volevo chiedere anche se la periodicità in qui si presentano i sintomi (sempre nel periodi primaverile-estivo da fine aprile a metà luglio circa) potesse escludere qualche patoligia...

la ringrazio ancora

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Non si possono escludere eziologie in base ai periodi di criticità da lei riportati.Mentre dal suo post si evidenzia la mancanza della biopsia per esame istologico per escludere un Bechet e tutta una serie di accertamenti ematochimici e non per escludere disvitaminosi e patologie del distretto gastroenterico.
Cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Mi sembra del tutto evidente che una diagnosi di Bechet vada primariamente esclusa e con essa molte altre diagnosi differenziali:

per farlo occorre la visita diretta dermatologica e preferibilmente se la natura delle cose lo permette un piccolo prelievo bioptico della zona interessata per approfonditi esami istologici: tutto questo solo se il dermatologo che la visiterà lo riterrà opportuno, essendo il nostro da tal sede un parere del tutto non vincolante.

cari saluti