Utente 146XXX
Buongiorno dott.ri sono una donna di 49 anni e la scorsa settimana sono stata male per forti dolori sotto il basso ventre ma precisamente al centro , così ho chiamato il mio medico curante il quale dopo avermi visitato e non riuscendo a capire il problema che poteva essere legato o al colon o alla vescica premetto che orinavo e defecato tranquillamente la mattina,ha pensato di darmi un antibiotico precisamente CIPROXIN 250 ml due volte al di a sciroppo ( perchè non riesco a ingoiare le pillole per un trauma).Gli ho chiesto di fare gli esami delle urine ma lui mi ha detto di no così a sua insaputa gli ho fatti a pagamento ovviamente prima di prendere l'antibiotico, avevo solo fatto due iniezioni intramuscolo una di Buscopan e l'altra di Tora-dol, ma penso che non influiscano sulle analisi.Poichè il dolore persisteva il giorno dopo il medico mi ha consigliato di fare una ecografia addome superiore e inferiore risultato: niente tutto negativo, nessuna anomalia.Ritirate le analisi però è risultata l'urinocultura positiva 1.000.000 di carica batterica e 150 mg/dl di proteine negli analisi delle urine. Fatte vedere le analisi al mio medico che mi ha sgridato perchè le avevo fatto senza il suo permesso mi ha detto di continuare la terapia antibiotica per 10 gg al posto di 6 .Sono molto preoccupata ma tanto, perchè penso di avere lo stesso problema di mia zia sorella di mio padre anche a lei è iniziato nello stesso modo ma senza dolori ,ma subito dopo una caduta con rottura del femore e intervento di endoprotesi ha avuto una infezione urinaria e poi pedita di proteine nelle urinde e adesso fa l'albumina tutti i giorni, solo che lei ha 84 anni e tra l'altro non le hanno fatto neanche la biopsia renale unico esame che non ha fatto perchè prende il coumadin e non sappiamo nemmeno quale sia il problema, cioè ha una sindrome nefrosica ma non conosciamo la causa.Penso che possa essere una patologia ereditaria e vorrei chiedere che esami devo fare oltre a quelli del sangue e alla raccolta delle urine nelle 24 ore.Ci sono esami più specifici perchè l'idea mi terrorizza.Grazie , cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
4% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Lei non ha fiducia nel suo medico curante. Le è stata prescritta una terapia corretta per la sintomatologia che lei ha. Pratichi la terapia antibiotica, al termina di questa faccia trascorrere 10 giorni e quindi ripeta l'esame urine. Vedrà che è tutto a posto. L'antibiogramma non l'ha fatto?
Mi faccia sapere
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dott.per avermi risposto. Il primo antibiogramma dava questi risultati:
organismo selezionato : Escherichiacoli
carica batterica 1.000.000 U.F.C./ml
Tempo di analisi 7,75 ore
Antimicrobico
Ampicillina mic <= 2 S
Amoxicillina/acido clavulanico <=2 S
Amoxicillina/sulbactam <=2 S
cefuroxime <= 4 S
Cefuroxime Axetil <= 4 S
Cefotaxime <=1 S
Ceftazidime <= 1 S
Cefepime <=1 S
Ertapenem<= 0,5 S
Meropenem <= 0,25 S
Amikacina <=2 S
Gentamicina <=1 S
Ciprofloxacina <= 0,25 S
Levofloxacina <= 0,12 s
Fosfomicina <= 16 S
Nitrofurantoina <= 16 S
Trimetoprim/<= 20 S

Prime Analisi delle urine:

Colore Giallo paglierino
Aspetto Limpido
ph 6.0
Glucosio norm.
proteine 150 mg
eritrociti assenti
corpi chetonici neg
bilirubina neg.
Urobilinogeno norm
nitriti assenti
peso specifico 1030
sedimento rari leucociti e alcuni batteri


Il mio medico curante mi ha dato lo sciroppo Ciproxin 250 un cucchiaino al mattino e una sera ogni 12 ore (come avevo già scritto in precedenza).
Domani finisco di prendere l'ultima dose, ma continuo ad avere ancora dolori fastidiosi sotto il basso ventre, e anche quando faccio pipì un leggero dolore c'è ancora, ma molto leggero e una leggerissima schiumetta o meglio microbollicine nelle urine sono evidenti.
Ho chiesto al medico di fare una ecografia trasvaginale anche se ho già fatto quella pelvica per vedere meglio, ma lui mi ha detto di aspettare prima le seconde analisi di controllo. Mi ha dato anche delle gocce 10 al giorno matt. e sera CONTRAMAL ma non le ho ancora prese, posso sopportare il dolore. Sono molto preoccupata, per le prossime analisi ho paura di perdere ancora proteine per via di quella leggera schiumetta che vedo quando faccio pipì, forse mi sto lasciando condizionare dal problema di mia zia scoperto tra l'altro quest'anno e penso che sia un problema ereditario.... e questo mi spaventa.Ho letto su internet che perdere proteine non è poi una cosa da niente ma afferiscono a diverse e gravi patologie. Volevo anche dirle che da un anno sto andando in menopausa.( ho 49 anni). La ringrazio ancora e attendo una sua risposta.




[#3] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
4% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile signora, lei deve farmi un piacere. La smetta di leggere sciocchezze su internet! Lei ha un dato di proteinuria estremamente modesto e compatibile con la presenza di cistite. La forte carica batterica che presenta infatti non permette una diagnosi alternativa. I batteri, quando presenti nelle vie urinarie, determinano lisi cellulare. Da ciò deriva la perdita di proteine nelle urine. Faccia l'antibiotico (io le avrei dato il levoxacin, ma sembra che anche il ciproxin vada bene) e aspetti le seconde analisi di urine.
Se lei avesse una proteinuria "ereditaria" e questa ereditarietà si fosse espressa non alla nascita bensì alla tenera età di 49 anni allora saremmo davanti a una nuova scoperta scientifica.
Stia tranquilla, cerco di sdrammatizzare per placare le sue ansie.
Segua il suo medico curante e mi faccia sapere
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio dottore perche' mi sa ascoltare.Le farò comunque sapere tra dieci giorni non appena rifarò il controllo, purtroppo io seguo e assisto mia zia ogni giorno e vedo come soffre ogni giorno quando le fanno la flebo di albumina è una pena... forse questo mi condiziona.La saluto e la ringrazio ancora per la sua disponibilità.