Utente 715XXX
Gentili Dottori,
di recente ci siamo rivolti ad un centro per l'infertilità e al momento stiamo cercando di capire quale può essere la causa dell'infertilità di mio marito per eventualmente migliorare un pò la situazione prima di sottoporci ad ICSI. Mio marito ha 30 anni e l'ultimo spermiogramma ha dato i seguenti risultati:

Esame seminale (6 giorni di astinenza):

volume 6,5ml
colore giallastro
odore sui generis
viscosità ++
coagulo scarso
liquefazione incompleta
pH 8,0

n spermatozooi totali 54.600.000
n spermatozoi/ml 8.400.000
leucociti/ml 300.000
cellule rotonde /ml 800.000
cell epiteliali rare
agglutinati assenti
eritrociti assenti


motilità a 60 min
mobilità totale 30%
rettilinea veloce 0%
progressiva rettilinea lenta 17%
debole o in situ 13%

morfologia secondo who:

forme normali 3%
forme abnormi 97%
- anomalie testa 97%
-anomalie tratto intermedio 24%
- anomalie coda 36%


spermdeformity index (SDI) 1,57
teratozoospermic index (TZI) 1,61

total motility count 9.282.000

Mio marito inoltre ha fatto un ecografia testicolare che non ha evidenziato nulla di anomalo.
Oltre alla cattiva qualità del seme che ci preoccupa, ci è stato detto che è strano l'alto volume e l'alta viscosità del liquido che fa sospettare problemi di prostata. C'è da aggiungere che mio marito è affetto da ipospadia , in forma lieve ma non ho ancora capito se questo possa influire sulla qualità del seme.
Vorrei tanto un parere medico perchè al momento non sappiamo bene come comportarci, un consulto ci sarebbe molto utile per chiarirci le idee, e comunque consulteremo anche un'andrologo per una eventuale terapia.
Grazie molte,
cordiali saluti.


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente, è possibile che un infiammazione alla prostata possa influire sullo spermiogramma faccia visitare suo marito da un urologo per verificare tale ipotesi
[#2] dopo  
Utente 715XXX

Iscritto dal 2008
Potrebbe esserci un infiammazione anche senza che vi siano sintomi particolari? pensa che si possa migliorare eventualmente la qualità del seme?
La ringrazio molto per il consulto in tempo reale,
cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 715XXX

Iscritto dal 2008
Siamo finalmente riusciti a fare un esame ecografico,un ecodoppler alle vie seminali. Effettivamente il dott. Quarto solo vedendo lo spermiogramma ci ha dato un consiglio molto utile, confermato in seguito anche dallo specilaista che sta seguendo mio marito,lo ringrazio molto. Comunico il referto sperando in un ulteriore consiglio sul da farsi, chiaramente faremo anche una visita accurata da un urologo, ma sarebbe utile per noi sentire un vostro parere:

Didimi bilateralmente in sede scrotale regolare di dimensioni normali entrami ad ecostruttura omogenea normoecogena;epididimi bilateralmente regolari ad ecostruttura omogenea normoecogena. Normoflusso arterioso testicolare bilaterale.
Si segnala dilatazione del plesso pampiniforme (diametro massimo vena in clinostatismo 3.5mm); all'ecodoppler è presente in ortostatismo reflusso basale intermittente a media velocità(6cm/sec)incrementato dalla manovra di Valsalva. Non idrocele. Prostata normoconformata con ecopattern moderatamente disomogeneo ed aspetto marezzato con grossolane calcificazioni periuretrali. Vescicole seminali simmetriche dilatate(diametro antero-posteriore 19mm a sinistra e 18 mm a destra)ad ecostruttura finemente disomogenea ipoecoica conteneti lacune anecoiche)

Ringrazio chiunque voglia rispondere,
cordiali saluti