Utente 715XXX
Gentili dottori,
inanzitutto vi ringrazio per la vostra cortese attenzione,
il giorno 8 febbraio 2008 ho avuto un rapporto a rischio con rottura di preservativo, dopo qualche giorno ho iniziato ad avere diversi disturbi come febbre, stanchezza, maldistesta, dolori alle ossa e alle articolazioni. Ammettendo che sono un soggetto un po`ansioso, ho subito iniziato a preoccuparmi. Due giorni fa (16 giugno 2008) ho iniziato ad avere una pesante forma di dissenteria probabilmente causata da un batterio come suggerito dal mio medico che mi ha prescritto un antibiotico da prendere due volte al giorno (nome sulfamethoxaole/trimethoprim), ma essendo ansioso sono andato oggi 18 giugno a fare un test HIV. Premetto che ho preso due pastiglie di antibiotico ieri e una stamattina. Nel pomeriggio ho effettuato il test risultato negativo. C`e qualche possibilita` che il test possa essere risultato alterato dall`antibitico.
grazie
Marco
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Il test HIV non viene alterato dall'assunzione di antibiotici.
[#2] dopo  
Utente 715XXX

Iscritto dal 2008
Dott. Masala,
grazie mille per la tempestiva risposta che ho letto parecchio tempo fa.
Mi scusi se approfitto della sua gentile disponibilita` e di quella dei suoi colleghi.
Ho un dubbio il test hiv da me effettuato dopo 128gg dall`accaduto, premetto che vivo in america ed e` un test effettuato con un campione di sangue (tipo puntura sul dito) che da` il risultato dopo 20 minuti, e` risultato negativo, l`assistente sociale mi ha assicurato che dopo 100gg dal rapporto a rischio se il test risulta negativo non c`e` assolutamente da preoccuparsi, me lo conferma?
E se questa e` la situazione, quindi hiv negativo, che test mi consiglia di fare per capire cosa c`e` di sbagliato visto che da 5 giorni da quel rapporto ho dolori articolari sopportabilissimi ma un po` strani e preoccupanti.
Cosa potrebbe essere?
Grazie per la cortese risposta
Distinti Saluti
utente 71566
[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente personalmente non conosco i test self made ed il loro periodo finestra. Per un normale test HIV sono bastevoli 100 giorni.
[#4] dopo  
Utente 715XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottore,
grazie per la tempestiva risposta e la sua pazienza, ci tenevo a precisare che il test hiv che ho effettuato e` stato fatto da un medico che mi ha fatto anche un regolare prelievo di sangue dicendomi che se il test fosse risultato positivo avrebbero mandato il campione di sangue in un laboratorio per esami piu` specifici. Sono abbastanza tranquillo perche` il test risultato negativo e` stato effettuato in un centro del NYC health department e mi hanno assicurato di stare tranquillo visto il periodo trascorso dal rapporto.
la mia domanda e` che altri tipi di esami mi consiglia di fare visto gli strani sintomi tipo dolori articolari e ossei intermittenti quasi in tutto il corpo che continuano dal rapporto in questione.
Grazie

[#5] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente è un pò complesso intraprendere un percorso diagnostico on-line, comunque se il rapporto era a rischio le consiglio in prima istanza VDRL, TPHA, markers epatite B e C, inoltre visita dal dermatologo per eventuali uretriti etc. Utile anche collateralmente, visti i sintomi, anticorpi per EBV, Citomegalovirus, emocromo, PCR, VES e TAS, elettroforesi del plasma in toto, Reuma test, IgM e IgG per Borrelia Burgdorferi. La mia risposta è a puro titolo informativo infatti nella diagnosi non si può omettere anamnesi e visita, per cui si affidi ad un internista di fiducia.
[#6] dopo  
Utente 715XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott. Masala,
come indicatomi da lei, esattamente a sei mese dal rapporto a rischio (188 gg), ho effettuato tutti i test da lei suggeritemi ( fra cui due tipi di test hiv, epatite a, b,c; e tutti gli altri esami, compresi gli esami regolari del sangue). Dai risultati tutti perfetti sembra risultare che sia sano come un pesce.
Visto il lungo periodo trascorso fra il rapporto a rischio ( 6 mesi) posso mettermi il cuore in pace?
I piccoli dolori ossei pur sopportabili continuano ha qualche altro consiglio da darmi.
Grazie per la sua attenzione.
Utente 71566
[#7] dopo  
Utente 715XXX

Iscritto dal 2008
Gentili Dottori,
vi ripropongo ancora il quesito, dopo 6 mesi da un rapporto a rischio posso considerare i due test hiv e i test delle epatiti risultati negativi, definitivi?
Secondo quesito e` possibile che i dolori ossei che ho siano stati causati da una infezione proveniente dal rapporto a richio e non curata (come esempio clamidia o altre infezioni).
ed eventualmente avete altri esami da propormi per capire la causa di questi dolori e per trovare una cura?
Grazie per la vostra risposta
Distinti Saluti
Utente 71566
[#8] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Il periodo finestra per l'HIV è di 100 giorni, per l'epatite è di 180, quindi stia sereno. Per le altre mst e le eventuali artriti reattive le consiglio un venereologo di fiducia.