Utente 326XXX
Salve, come da titolo vi contatto per un nodulo che ho trovato sul lato sinistro dell'asta del pene; mi sono sottoposto a due visite specialistiche da due diversi andrologi ma dalla palpazione del pene a riposo non è mai venuto fuori nulla, l'unico difetto riscontrato è stato il frenulo un corto.

Dall'età di 14 anni circa ho curvatura del pene (dallo stesso lato in cui avverto il nodulo), avvenuta senza dolore, in maniera brusca (prima il pene aveva solo una lieve curvatura congenita verso il basso). Del "nodulo" mi sono accorto solo un anno, un anno e mezzo fa circa.

Come detto all'inizio, le visite sono sempre state rassicuranti, tuttavia c'è un piccolo sintomo(del quale ho parlato agli specialisti) che mi ha sempre lasciato dubbioso, ovvero avverto l'asta del pene leggermente meno rigida in erezione rispetto al periodo pre -"nodulo". Riesco ad avere regolari e rapporti sessuali fino all'eiaculazione, ma mi rendo conto che qualcosa è cambiato. Masturbandomi ho notato che la parte sinistra del pene , tendendo frema la base dell'asta e esercitando pressione lateralmente sul glande verso sinistra, tende a piegarsi, mentre se faccio la stessa cosa verso destra il pene rimane decisamente più rigido. Anche durante i rapporti, in certe posizioni talvolta sento un lievissimo fastidio sul lato sinistro.

Io intendo fare un ecografia peniena, voi che ne pensate?

Grazie per l'attenzione


N.B: A livello ormonale è tutto regolare, livelli testosterone ok e prolattina ok.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

lei ha perfettamente ragione, va eseguita un'ecografia dinamica peniena con ecodoppler che valuterà sia le strutture che la vascolarizzazione del suo pene.

Se dopo l'esame avesse necessità ci può ricontattare .

Un cordiale saluto