Utente 292XXX
Buonasera a tutti, vorrei togliermi un po' di dubbi su quest'intervento.
Il mio fidanzato e stato operato ieri per una recidiva di pilonidale con fistola, la prima gli era stata asportata a luglio 2011 ed avevano cercato di farlo guarire con i punti di sutura, senza risultati positivi, è infatti subentrata l'infezione e hanno dovuto lasciare la ferita aperta con un tempo di guarigione di 2 mesi.
Ora è stato rioperato con una ferita chirurgica di circa 9cm chiusa da 9 punti di sutura, a differenza dell'intervento scorso, dopo il quale non aveva preso alcun antibiotico, gli fanno prendere amoxicillina 3 volte al giorno per scongiurare l infezione. Ora vorrei capire come mai il chirurgo che l ha operato dice che ci sia all' 80% la possibilità che i punti siano da togliere e lasciare guarire per seconda intenzione la ferita mentre al primo intervento la percentuale era al 50% ? Inoltre volevo sapere se ci sono altri accorgimenti e comportamentiche potremmo adottare per evitare l'infezione oltre ad antibiotico e medicazioni effettuate giornalmente da un infermiera . Vi ringrazio in anticipo
Cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Probabilmente dipende dalle condizioni locali della ferita.
Il riposo nel senso di evitare tensione nella zona operata è fondamentale.
Prego.