Utente 177XXX
Buonasera.La mia compagna di 25 anni a febbraio 2013 si è rivolta a un dietologo che dopo tutti i dovuti esami per assegnarle la dieta ha riscontrato un'insulino resistenza di 5.33 ( tutti gli altri valori come azotemia,transaminasi,colesterolo e trigliceridi risultano nella norma) e ha associato una dieta da 1500 chilocalorie con il 56% di glicidi,20 % di protidi e 24% di lipidi. A febbraio i valori iniziali erano :

peso : 94 kg

altezza : 149 cm

polso : 18 cm

circonferenza vita : 105

circonferenza fianchi : 126

resistenza HMS : 460

reattanza HMS : 57

Le è stata prescritta la metformina con posologia di 1000 a pranzo e 1000 a cena.
A maggio il peso è sceso a 90 kg, la resistenza a 456 e la reattanza a 60.Nel frattempo la cura di metformina ha dato moltissimi effetti collaterali e la porta a star male a tal punto di essere insopportabile.Ora,nell'ultima visita di novembre , tutti i valori ( peso,resistenza e reattanza ) sono esattamente uguali a maggio.Ha ripetuto anche le analisi e l'insulino resistenza è aumentata a 6,37 ( glicemia 99 e insulina 26,11 mentre la scorsa volta la glicemia era 95 e l'insulina 22,52).Quello che ci spaventa è che è salita negli ultimi 9 mesi nonostante l'assunzione regolare di metformina.Il dietologo consiglia di aumentare la dose di metformina a 500 a colazione,1000 a pranzo e 1000 a cena per cercare di contrastare questo aumento. Nonostante i pesanti effetti collaterali lui consiglia di aumentare la dose.La nostra grandissima paura è che il dietologo le ha detto che rischia un diabete mellito di tipo 2 e volevamo un parere medico a questo proposito.Naturalmente abbiamo già prenotato una visita da un diabetologo ma nell'attesa vorremmo qualche informazione in più anche da voi.Per esempio :

1)Questo valore di insulina è così alto da essere preoccupante?

2)C'è veramente un forte rischio di diabete mellito di tipo 2?

3)Continuando a seguire la dieta accompagnata dall'attività fisica c'è una probabilità che questo valore si regolarizzi? ( il dietologo dice che il peso non scenderà più finchè il valore dell'insulina non si regolarizza)

4) è vero che l'unica cura è la metformina? ( perchè noi non vediamo risultati fino ad ora.anzi,è salita ancora nonostante l'assunzione)

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

ho letto con massima attenzione il Suo post e rispondo alle domande con lo stesso ordine:

1) il valore non è riferito all'insulinemia ma corrisponde all'indice HOMA, ottenuto da una formula applicata sul valore glicemico ed insulinemico! E' in ogni caso elevato;

2) si;

3) solitamente la terapia si basa su un corretto regime dietetico ipocalorico-ipoglucidico che, utilizzando cibi con basso indice glicemico ed abbinando una corretta attività sportiva aerobica, permette di normalizzare l'indice HOMA e scongiurare il rischio della patologia diabetica alimentare...soprattutto se si ricorre alla metformina(!);

4) assolutamente no per quanto sopra spiegato e se sono state escluse altre cause, come la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS).


Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
In effetti abbiamo dimenticato di scrivere che la sindrome dell'ovaio policistico è stata già esclusa tempo fa per mezzo di un'ecografia.La paura della mia fidanzata è che adesso alla visita dal diabetologo manca ancora un mesetto.Seguendo la nuova dose di metformina sopra indicata e la dieta, è possibile che questo valore peggiori ancora molto nel giro di un mese?
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
E' già strano che non abbia avuto una significativa riduzione...e non credo, comunque, che debba preoccuparsi fino all'incontro programmato con il diabetologo.


Auguroni!