Utente 224XXX
ormai è qualche anno che soffro di emorroidi sanguinanti, quando avevo 15 anni hanno cominciato a tormentarmi con dolori forti e assurdi senza sanguinamento, dai 18 anni ai 33 sono rimaste ferme senza quasi sentirle e dopo è cominciato il sanguinamento, inizialmente lieve e saltuario dopo qualche anno a 40 forte e frequente.Da 4 anni vado da un proctologo che mi fà delle sclerosanti per tamponare l'emorragia, ma la durata è di 4/5 mesi dopo devo tornare da lui perchè ricomnciano a sanguinare. Ogni volta che gli chiedo se c'è qualcosa che posso fare per risolvere definitivamente il mio problema mi dice che per adesso è meglio continuare così perchè quando vado da lui mi trova sempre la muccosa molto irritata e questa volta mi farà fare i test sulle intolleranze alimentari perchè dice che è tutto infiammato e su situazioni del genere è impensabile apporre delle graffete perchè i problemi post operatori sarebbero troppi. Questa situazione mi ha messo in crisi in quanto pensavo che un operazione con il sistema Longo molto decantato potesse aiutarmi e invece sia dalla risposta del proctologo che dai forum che ho letto in internet sembra che questa operazione dia molti problemi post operatori che spingono molte persone a scrivere " chi me l'ha fatto fare stavo meglio prima con il sanguinamento".Sto cadendo in depressione in quanto non vedo soluzioni al mio problema e visto il sanguinamento abbondante ho paura anche di rischiare una emorraggia forte e di lasciarci la vita. Volevo chiedere un parere e sapere se esistano altri sistemi per risolvere il problema. adesso sono rimasto d'accordo con il proctologo dopo aver fatto una sclerosanti di utilizzare pentacol 400gr 2 volte al giorno per venti giorni per vedere come và visto che a luglio mi aveva fatto la sclerosanti e dato la cura di 40 gg di pentacol 400mg (4 volte al giorno) ed è andata bene fino all'inizio novembre quando è ricominciato il sanguinamento e sono dovuto tornare ieri da lui. Vi lascio la sua diagnosi che non si scotta tanto dalle precedenti e vi ringrazio per la risposta che vorrete darmi.
"ancora emorroidi interne di 2° grado ma coperte da muccosa notevolmente flogosata, fatto sclero con olio fenolato, consiglio riprendere breve ciclo di pentacol 400 mg 1cps x 2 al dì x 20gg, emortrofina crema e per le feci psyclagil fibre 1 bustina dopo cena. consiglio studio intolleranza alimentare" l'appuntamento per lo studio delle intolleranze alimentari ce l'ho a metà dicembre. saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Dopo tanti anni di disturbi sarà opportuno probabilmente sentire un ulteriore parere specialistico magari presso un centro di proctologica di un grande ospedale. Esistono diversi tipi di intervento per l'eliminazione della malattia emorroidaria. Utile però attendere l'esito degli esami per le intolleranze ed anche eseguire una colonscopia con biopsie per definire la situazione del grosso intestino.
[#2] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
ho già fatto una colonscopia in data 25/01/13 ed è risultato : " esame condotto sino a visualizzare gli ultimi 15 cm dell'ansa ileale terminale che appare regolare.Presenza di alcuni diverticoli al sigma, più rari al colon ascendente, senza segni di flogosi attuale.Non altre lesioni ai tratti esplorati.Lieve ectasia emorroidaria." il referto invece della biopsia è: "mucosa colica con edema e lieve flogosi cronica aspecifica, non attiva nella lamina propria. quota di linfociti intraepiteliali, spessore della lamina basale,quota mucipara e profilo ghiandolare nei limiti." , a metà dicembre devo fare il test delle intolleranze alimentari.
saluti