Utente 232XXX
Gentile dottore,
Circa tre anni fa ho scoperto di aver contratto l'HPV. A causa di L SIL ho subito una conizzazione e dopo tre mesi una "bruciatura" per ricomparsa infezione. Successivamente i controlli ( papa-test, colposcopia e da ultimo DNA test) sono sempre stati negativi. Tuttavia mi rimane sempre l indecisione di comunicarlo o meno ad un nuovo partner, ad oggi ne ho avuti due, entrambi scappati a causa o anche per questa comunicazione. Tendenzialmente lo comunicherei per stimolare un maggior controllo durante i contatti intimi, ma considerate le conseguenze mi chiedo e Le chiedo quanto io possa essere contagiosa e se ha una ulitità pratica il fatto che lo cominichi.

Grazie anticipatamente per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,la negativizzazione delle analisi testimonia una guarigione,per cui non c'è alcun motivo per mettere al corrente il partner,specialmente se nuovo,della trascorsa patologia.Cordialità.