Utente 328XXX
Buongiorno Dottori,

la presente per descrivervi il mio problema che ormai da 2 giorni sta diventando un macigno come il mondo era per Atlante. Un paio di anni fa mi sono sottoposto ad un intervento al varicocele del ventricolo sx, in quanto il primo spermiogramma ha evidenziato astenospermia con una quantità di 22 milioni di spermatozoi. L'intervento addominale con la relativa chiusura delle vene gonadi è riuscito senza particolari problemi, a parte il fatto che da quel giorno il mio testicolo sx si è notevolmente gonfiato. Qualche giorno fa, dopo astinenza di 2 giorni e di prima mattina, ho effettuato nuovamente lo spermiogramma.
Da qui il panico totale, quest'ultimo ha evidenziato azoospermia.

Come è possibile che dopo un primo test gli spermatozooi erano circa 22 milioni e ora sono scomparsi? Probabile che l'intervento (fatto per migliorare la situazione) abbia peggiorato? Qual è il miglior iter da seguire in questi casi?

So che magari le informazioni in mio possesso sono minime, e so perfettamente che dovrò rieffettuare il test in modo da avere un risultato veritiero, ma potete cortesemente indicarmi almeno a grandi linee alcune idee???

Grazie

Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La mia risposta non è da prendere come risposta assoluta....ma non esiste ancora una stretta e scientificamente dimostrata correlazione tra ridotto indice della fertilità e varicocele. Dovrà sicuramente indagare anche sulla "potenzialità" delle suo gonadi con un andrologo esperto in fisiopatologia della riproduzione umana
[#2] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dottori,
ritorno qui in quanto a distanza di una settimana ho effettuato un nuovo spermiogramma.
Stesso risultato del precedente, vi elenco di seguito i risultati:
Quantità: 5ml
colore: bianco perlaceo
Aspetto: opalescente:
viscosità: diminuita
ph: 9.0
nemaspermi: 0
totale nemaspermi: 0
motilità: 0
forme normali: 0
forme atipiche: 0
Forme immature: 95%
cellule epiteliali: rare
emazie: assenti
batteri: assenti
cristalli: assenti
Leucociti: presenti +---

Il dottore che ha effettuato l'intervento di varicocele al testicolo sx, ieri mi ha fatto nuovamente un'ecografia, dicendo che è completamente normale, in quanto non presenta problemi di vascolarizzazione. Domani mattina effettuerò i vari esami ormonali, avete idee, così senza ulteriori dati, da cosa potrebbe essere causato questo valore di "forme immature al 95%"? Quello che non riesco a spiegarmi, perchè prima erano intorno ai 23 milioni e poi tutto d'un tratto sono spariti?

Grazie

Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dottori,

ancora qui per aggiornarvi dopo gli ultimi eventi.

Sabato mattina ho effettuato gli esami ormonali, vi riporto di seguito i risultati:

Aspetto del campione: idoneo
fsh: 4.0
LH: 1.7
Prolattina: 14.7
testosterone: 17.95
estradiolo 23
alfafetoproteina: 4.20

Dal referto medico i risultati sembrano essere nella norma...
Detto questo, immagino che dovrò effettuare anche gli esami genetici, in modo da avere un quadro più limpido.
Quello che mi fa pensare è: perchè se 2 anni fa i miei spermatozoi avevano una situazione semi "normale" ora stanno scioperando??
Seppur, sempre con così pochi dati, potete darmi qualche idea? Potete approciare ad una "diagnosi" iniziale con questi dati?

Grazie

Cordialità
[#4] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dottori,

torno qui a scrivere per aggiornarvi sulla mia situazione. Dopo l'ultimo aggiornamento del 29 novembre, mi sono fatto visitare da un andrologo della mia zona che mi ha consigliato di andare presso un centro specializzato a Padova. In data 22 gennaio 2014 ho avuto un prima visita con il dottore con il quale ho effettuato uno spermiogramma e vi riporto in breve sintesi l'esito:

Dopo centrifugazione risospensione del campione in 100 ul, in 10 è stato osservato 1 spermatozoo con motilità assente. Conta totale presunta 10 spermatozoi.

ho effettuato anche gli esami genetici e vi riporto di seguito l'esito:

- analisi mutazione nel gene per il recettore degli androgeni (AR)

mediante tecnica pcr, sequenziamento automatico e di DHPLC su DNA di sangue periferico non sono state riscontrate mutazioni patologiche nelle regioni analizzate. Sono presenti 10 triplette CAG e 17 GGC nell'esone 1

- analisi molecolare mutazione del gene INSL 3

mediante tecnica PCR e sequenziamento automatico su DNA di sangue periferico non sono state riscontrate mutazioni patologiche nelle regioni analizzate

- ricerca mutazione t222p del gene lgr8

mediante tecnica PCR su DNA di sangue periferico e analisi DHPLC, non sono state riscontrate mutazioni patologiche nelle regioni analizzate del gene LGR8

ho effettuato anche ecografia testicolare ed una ecografia alla prostata con liquido di contrasto. (al momento non ho i dati sottomano) per quello che ricordo sono nella norma.

Il dottore analizzando lo spermiogramma e la mia anamnesi ha ipotizzato che potesse trattarsi di una azoospermia di tipo ostruttivo mi ha prescritto una cura di deltacortene (25 mg al dì) per 45 giorni, sperando di poter risolvere la situazione.

ULTIMO AGGIORNAMENTO: DATA 12 MARZO 2014

Ieri nuova visita presso il centro di Padova, e nuovo spermiogramma con opzione crio. (astinenza 2 giorni pieni, lunedì e martedì)

Risultato 0 spermatozooi anche dopo centrifugazione. Il dottore (nel quale ho piena fiducia) dopo l'esito di questo spermiogramma e dopo aver analizzato gli esami genetici e le ecografie ha ipotizzato ancora che si potesse trattare di una azoospermia ostruttiva e quindi mi ha prescritto una cura di Topster in supposte (una al dì) e ananase (2 al dì) per 30 giorni, sperando di poter risolvere senza ricorrere ad ago aspirato o biopsia testicolare. Ci siamo lasciati dicendo che ci rivedremo più o meno tra un mese dopo la cura, ed effettueremo un nuovo spermiogramma e se quest'ultimo darà esiti negativi procederemo con l'ago aspirato.

Come potete capire ho una forte confusione in mente...ostruttiva ok, ma all'ultimo spermiogramma erano presenti seppur nulli, ora dopo la cura di cortisone addirittura 0 (non dico che è peggiorato perchè anche il penultimo esame rasentava lo 0).

la mia speranza volge ormai al termine anche se so che ci sono ancora 2/3 passi da fare... Scrivo a Voi per chiedervi se magari avete anche qualche altra idea in mente o altre possibili soluzioni

Grazie

Cordiali Saluti
[#5] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
cosa dice delle vescicole seminali l'ecografia transrettale?
[#6] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Salve Dott. Militello, grazie per la Sua risposta, le elenco la risposta dell'ecografia scrotale e dell'ecografia transrettale.

Ecografia transrettale:

Esame eseguito per via trasrettale con sonda endocavitaria "end-fire" multifrequenza.

Prostata in sede, simmetrica, a margini regolari, normotrofica (volume 21cc), con echi finemente disomogenei, in assenza di fibrocalcificazioni.
Non edema a sede periuretrale e peritoneale. Trama vascolare normalmente rappresentata.
Ampolle deferenziali di normale calibro, a pareti leggermente ispessite.
Vescicole seminali di normali dimensioni (diamentro AP sx: 9.5mm, dx: 11mm) con pareti leggermente ispessite e lume con sporadiche areole loculate. Plesso venoso periprostatico del Santorini: diffusamente ectasico con reflusso spontaneo e accentuato al valsalva

Ecocolordoppler scrotale:

DX: testicolo mobile, di normali dimensioni (volume 26cc) nella norma per morfologia, ecostruttura e trama vascolare. Epididimo disomogeneo, con echi cribrosi come per stasi, ingrandito in toto: diametro cefalico 14.5mm corpo 4.5mm coda 10mm. Non idrocele. Non ectasie del plesso pampiniforme né reflussi prolungati riscontrabili basalmente o durante manovra di valsalva in ortostatismo.

SX: testicolo mobile, moderatamente ingrandito (volume 30cc) nella norma per morfologia, finemente disomogeneo per diffusp edema interstiziale; trama vascolare normorappresentata.
Epididimo regolare per dimensioni, morfologia ed ecostruttura.
Idrocele transonico, post-chirurgico, di circa 60/70cc.
Si segnalano rare e lievi ectasie venose a sede funicolare, in assenza di reflussi prolungati sia basalmente sia al valsalva in ortostatismo: non recidiva di varicocele.
[#7] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno dottori,

ho aggiornato il consulto con le risposte delle ecografie.

Dimenticavo di dirvi che a giorni dovrebbe arrivare anche la risposta dell'analisi FC.
[#8] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
le ecografie depongono per quadri pressoche normali,
malgrado l FSH faccia pensare in prima ipotesi a forma ostrutiva, non vedo poi una chiara conferma. Forse dobbiamo avvicinarci lentamente all idea di indagare sulla presenza degli spermatozoi mediante biopsia. Ma ha in programma una "peternità" a breve termine ?
[#9] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dottor Militello,

ho 28 anni e per me la forte idea di essere padre è nata abbastanza presto anche prima di conoscere i vari esiti di questi esami. Certo è che al momento non si cerca un gravidanza a tutti i costi anche perchè a breve ci dovremo sposare e non vorrei perdermi un momento importante della mia vita, dall'altro canto non vorrei perdere tempo e arrivare a un punto di non ritorno... per paternità a breve io intendo settembre ottobre

analizzando la mia anamnesi si può notare che prima (data 2011, prima dell'intervento al varicocele) gli spermatozoi venivano prodotti regolarmente seppur in maniera ridotta...mi chiedo come sia possibile che dopo l'intervento il valore si sia ridotto a 0. Con questo non voglio dar la colpa all'intervento anche perchè da un lato ha risolto il mio dolore ai testicoli.

Ora dovrò continuare la cura di topster e ananase per altri 24 giorni, documentandomi un poco ho letto che questa cura agisce a livello prostatico, speriamo che sortisca l'effetto desiderato.

il 30 aprile avrò la visita nel centro di Padova, pensa che sia meglio il caso di effettauare nuovamente gli esami ormonali? se si quali?

Pensa che effettuare la TESA sia quasi inutile e quindi orientarsi direttamente su tese o microtese?

Grazie

In attesa di una Sua risposta

Cordialità
[#10] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
gentile utente
l assenza di spermatozoi ci obbliga a rivolgersi ad un centro PMA qualificato dove SICURAMENTE risolverà il problema.
Non demordiamo comunque e porti a termine la terapia affidata
Rimaniamo a su adisposizione
[#11] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille per le Sue risposte incoraggianti!!!

Che posso dire oltre...Incrociamo le dita e speriamo che tutto volga nel verso giusto.

La aggiornerò non appena avrò novità.

Grazie

Cordiali Saluti
[#12] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Grazie
vedrà che tutto procederà nella giusta direzione
[#13] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dottori,

torno nuovamente ad aggiornare il post e spero con le ultime notizie.

Sono tornato alla clinica di Padova, dopo la cura di topster e ananase, per verificarne l'esito ed effettuare nuovamente la raccolta.

Dopo aver effettuato lo spermiogramma (risultato ancora negativo) il dottore ha deciso di effettuare un agoaspirato nell'epididimo sx e testicolo destro, ancora non ho i risultati certi però il dottore mi ha confermato che sono stati trovati spermatozoi mobili e quindi è stata eseguita la crioconservazione del materiale trovato su entrambi i lati in 4 paillettes.

Ora, visti i risultati, posso tornare a sperare nella mia gioia più grande, il dottore ha consigliato di cercare un buon centro per l'esecuzione di una ICSI. A questo punto non so se attraverso questo post potete consigliarmi qualche buon centro PMA nel centro Italia (io sono delle marche, va bene sia in convenzione che non). Sarei disposto anche a spostarmi di più, ma immagino che sarà un percorso tortuoso per me ma soprattutto per la mia donna, quindi per il momento non vorrei aggiungere ulteriore stress tra spostamenti e altro...

Ringrazio anticipatamente
[#14] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi
ci sono medici nel nostro portale che si occupano di questo argomento
controlli tra la lista degli andrologi referenti e li troverà
non mi permetto di indicare nessuno nello specifico per correttezza nei confronti di tutti
rimango a disposizione
[#15] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Perfetto, capisco molto bene la Sua posizione.

Cordialità.
[#16] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Grazie
rimango a disposizione
[#17] dopo  
Utente 328XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno dottori, torno qui per chiedervi un ulteriore parere:

sto sentendo ultimamente che le persone che utilizzano Chiroman hanno degli spermatozoi più attivi; detto questo, dato che per forza dovrò affidarmi alla procreazione medicalmente assistita più aspirazione testicolare degli spermatozoi, pensate che l'utilizzo di questo medicinale possa giovare alla mia situazione?

Mi spiego meglio: non mi attendo che questo medicinale possa eliminare l'ostruzione alle mie vie seminali, ma migliorare gli spermatozoi prelevati dai testicoli

Grazie

Saluti