Utente 328XXX
A mio padre è stato impiantato pacemaker defibrillatore a marzo 2012 e a luglio 2013 é stata necessaria revisione di tasca in quanto lo stesso stava riaffiorando e rischiava di uscire. Il cardiochirurgo ha effettuato ovviamente terapia antibiotica della tasca e ha somministrato antibiotico x via orale x 28 giorni. In occasione dell'ultimo controllo, a fine agosto, la ferita risultava in buone condizioni. La scorsa settimana è però apparso un rigonfiamento nella zona di uscita de cateteri di circa 1 cm.sottoposto a ecografia dei tessuti molli martedì scorso lo stesso è risultato non vascolarizzato e si ipotizzava fosse un cheloide.sfortunatamente ieri il rigonfiamento ha spurgato del sangue piuttosto denso e anche oggi èuscita una piccola quantità.il resto della fferita è bello e tutta la zona non presenta rossore ne calore e non crea neanche fastidio, inoltre non ha febbre. Può trattarsi di infezione?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
E' impossibile risponderle se non si vede la ferita e non si hanno degli esamo colturali della stessa.

Porti suo padre ad un controllo.

E' necessario in questi casi.

GI