Utente 318XXX
Salve, dopo una gravidanza andata male al 5 mese per grave IUGR a mia moglie e' stata diagnosticata la mutazione del fattore v leiden in eterozigote. Siccome abbiamo gia' una figlia un medico ci ha consigliato di farla analizzare da adolescente per motivi legati all'uso di contraccettivi, un altro invece mi ha detto che devo fare anche io l'esame in quanto essendo il padre se avessi anche io la stesa mutazione mia figlia rischierebbe l'omozigote mutato con molti piu rischi. Potreste darci un consiglio su come comportarci? Grazie
[#1] dopo  
Dr.ssa Stefania Zampatti
32% attività
8% attualità
12% socialità
GENZANO DI ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gent.mo utente,

per valutare correttamente l'impatto di una probabile mutazione nel fattore v di leiden suggerirei di fare eseguire una visita ematologica a sua figlia, per valutare i rischi specifici che potrebbero essere legati alla sua condizione.

Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
Buon giorno Dottoressa, nella lista di esami che dobbiamo fare c'è il cariotipo di entrambi i genitori. Le chiedevo a cosa puo' servire? cosa potrebbe emergere in noi che non va? visto che abbiamo un altra figlia sana e anche questa bambina che purtoppo non è nata alla villocentesi aveva cariotipo femminile normale.grazie
[#3] dopo  
Dr.ssa Stefania Zampatti
32% attività
8% attualità
12% socialità
GENZANO DI ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gent.mo utente,

esistono molte condizioni genetiche apparentemente "silenti", per questo vengono spesso prescritti esami "di screening", che hanno l'obiettivo di controllare che tutto sia a posto.