Utente 235XXX
Buonasera a tutti! Ho 21 anni e in passato sono stata male dopo l assunzione di diversi tipi di antibiotici...gli effetti che comunemente manifestavo erano diarrea,dolori addominali ecc.. ma una notte dopo aver preso l antibiotico prima di addormentarmi mi sono svegliata con elevata sudorazione,mal di pancia e diarrea e collasso...mi sentivo svenire pero stando coricata non sono svenuta...ed avevo la testa confusa....dal giorno non ho mai piu voluto prendere antibiotici e sono in attesa dei test per i farmaci...l allergologo mi ha consigliato di non prendere farmaci fino ai test...purtroppo ho una brutta cistite e il medico di famiglia mi ha prescritto l antibiotico CEFIXORAL e oggi alle 9 e 10 del mattino ho preso la prima compressa.. quello che voglio chiederle è questo...mi avrebbe gia fatto male secondo lei? Se la prima non mi ha fatto nulla potrebbero farmi male le altre? Ringrazio in anticipo e spero in una risposta il prima possibile poiche sono molto ipocondriaca e delle volte i sintomi gli cerco...soprattutto in questo caso sapendo che in passato sono stata male!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
Le chiedo scusa per il ritardo con cui Le scriviamo.
Gli antibiotici, in linea generale, possono provocare effetti secondari a carico dell'apparato digerente attraverso meccanismi diversi (es. azione "tossica" diretta, alterazione della flora batterica residente).
Anche quanto accaduto nell'ultima occasione non appare suggestivo per una reazione allergica, ma è comunque comprensibile la richiesta di una valutazione da parte di una figura teoricamente più competente che dovrebbe essere in grado di rassicurarLa.
Con i dati che ci ha messo a disposizione, esiste senz'altro il rischio che l'assunzione dell'antibiotico tollerato nella giornata in cui ci ha scritto abbia provocato nuovamente manifestazioni a carico di stomaco e/o intestino.
Sono dell'opinione che i soggetti con particolare "delicatezza" gastrointestinale all'esposizione a farmaci che giungono all'osservazione dell'allergologo debbano essere valutati anche dallo specialista gastroenterologo.
Saluti,