Utente 661XXX
salve sono un ragazzo di 24 anni con una relazione stabile da circa 3 anni!
da circa un mese mi sono comparse un "pugno" di piccole bollicine biancastre sotto il frenulo, sulla pelle dell'asta del pene.
ho fatto una visita medica generale dalla quale è emerso che NON è un fungo (dopo una settimana di travocort), ho fatto una visita dermatologica che eliminando la condilomatosi ACUMINATA(ma non definitavamente) mi ha fatto fare la una cura di 15 giorni con applicazioni topiche di perossido di idrogeno a 36(?) volumi, oggi sono andato da un andrologo/ginecologo il quale con uno sguardo veloce mi ha diagnosticato herpes genitalis ma ho dei forti dubbi a riguardo:
1)l'herpes genitalis ha dei sintomi ben chiari e a me le bollicine non danno alcun fastidio ne prurito,e non sono rosse intorno insomma un bel niente!;
2)queste bollicine perdurano stabilmente da poco più di un mese senza evidente crescita e diffusione delle stesse.

la mia ragazza presenta inoltre dei pap-test dubbi:
1)1 anno fa le è stato diagnosticato papilloma virus da una ginecologa TOTALMENTE INCOMPETENTE la quale non si è degnata di fare ne colposcopia ne altre prove, dando solo degli ovuli contro l'herpes;
2)6 mesi fa ci siamo recati da una nuova ginecologa, vice primaria del reparto di ginecologia di un noto ospedale statale universitario la quale,portando i risultati del vecchio pap-test ha eseguito un unovo pap-test, colposcopia e biopsia(da qust'ultima ne è uscita una semplice cervicite cronica)...
insomma non so dove guardare...se alla mia ragazza, magari ad un herpes genitalis un po' cocciuto, forse una micro condilomatosi un po' troppo micro pr essere diagnosticata ad occhio nudo...insomma navigo nel buio!

adesso farò per una settimana applicazioni topiche di crema contro l'herpes e staremo a vedere.

vi ringrazio per l'attenzione e la cortesia con l quale gestite questo servizio!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,con una storia di coppia così corposa ritengo opportuno che sia uno specialista dermatologo a dover intervenire "de visu" senza lasciar alcun margine al web.Noto,infatti,che il problema,palesemente di coppia,viene "mortificato" da sensazioni che possono essere fuorvianti (...una semplice cervicite cronica...).
Ci aggiorni,se ritiene,sull'evoluzione,speriamo definitiva,del Suo/Vostro problema.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 661XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la celerità e cortesia con cui mi risponde!
In effetti io tendo a raccogliere tutti gli indizi possibili per pervenire alla patogenesi di questa situazione senza un minimo di sicurezza ed ordine!

Sto prendendo contatti con un dermatologo "quotato"(si fa per dire) e con molta esperienza nella mia zona sperando che si possa risolvere la cosa o almeno determinarla data la divergenza di opinioni degli espeti fin'ora consultati.

Vi farò sapere certamente come andrà a finire questo spiacevole tour essendo certo che alla fine sarà una "sciocchezza risolvibile in ambulatorio" o con semplici applicazioni topiche.

Le auguro una buona giornata e la ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Utente 661XXX

Iscritto dal 2008
lieto fine.
oggi sono andato dal dermatologo che ha detto che è una semplice ipertrofia ghiandolare della mucosa della pelle dell'asta del pene e quindi niente di patologico.

ciò mi solleva dato che per colpa del mio brutto vizio di pensare alle probabilità peggiori e al mio INCAUTO uso di internet ho passato un periodino abbastanza brutto!

Dott. Izzo, la ringrazio per la gentilezza e tempestività nella risponsta e le auguro un buon proseguimento con il suo lavoro augurandomi di non aver più bisogno di questo sito :)!