Utente 315XXX
Gentili Dottori,
da diversi mesi cerco di capire il motivo di improvvise crisi ipertensive e sensi di ubriacatura soprattutto al risveglio. Dopo diversi accertamenti fatti risultati tutti negativi (cardiologo, pneumologo, neurologo, otorino) mi è stata diagnosticato (dal neuropsichiatra) uno stato d'ansia che sto trattando con ssri e benzodiazepine.
Questa mattina ritiro i risultati dell'aldosterone urinario e delle catecolamine.
Il primo in particolare risulta: valore calcolato sulla diuresi 1 ug/24h (su un range di normalità di 2/22) e di 3,3 pg/ml come valore dosato. Le catecolamine nella norma. Ora leggendo in rete mi sembra di aver capito che gli stati d'ansia comportano un livello di aldosterone alto piuttosto che basso. Possibile che l'assunzione di benzodiazepine anche nel giorno di raccolta delle urine (non degli ssri che ancora non avevo iniziato) mi abbia sballato il valore?
Grazie in anticipo per la Vostra disponibilità.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
4% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Assume farmaci per la pressione alta? Se si quali?
[#2] dopo  
Utente 315XXX

Iscritto dal 2013
Il cardiologo che mi fece fare l'hottler pressorio mi disse che non ero iperteso ma avevo solo alcuni sbalzi del tipo140\95 così non mi prescrisse alcun farmaco per la pressione. Anche il mio medico di base era dello stesso parere ma mi disse che un lasix da 25mg al bisogno (anche perchè gli sbalzi erano arrivati in due occasioni a 180/120)potevo prenderlo. Una decina di pastine di questo farmaco nelle due settimane precedenti la raccolta delle urine le ho assunte, una anche 1 o 2 giorni prima non ricordo bene. Entrambi mi prescrissero però delle benzodiazepine attribuendo appunto gli sbalzi a queste crisi di ansia o panico (cosa poi confermata dal neuropsichiatra), io però ho continuato a indagare facendomi prescrive dal medico di base altri esami tra cui quello dell'aldosterone. Ho fatto anche l'ecoaddome da cui non risulta assolutamente nulla di anomalo.
Grazie ancora per l'attenzione.
[#3] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
4% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Tutti i farmaci che lei ha assunto inducono aumento della secrezione di aldosterone e non riduzione di questo. I suoi valori sono ai limiti della normalità, per cui ritengo probabile che quel "basso" livello di aldosteronuria sia causato più che altro da una raccolta errata delle 24 ore (magari una certa quantità di urina è andata persa).
Ad ogni modo l'iperaldosteroinismo può essere causa di ipertensione, ma i suoi valori di aldosterone e renina escludono questa ipotesi. Io concordo con i colleghi che hanno effettuato questo tentativo con le benzodiazepine. Tuttavia le consiglierei di effettuare un holter pressorio delle 24 ore e, se necessario, le consiglierei di assumere un antipertensivo. Sempre che la terapia ansiolitica non sortisca gli effetti sperati.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 315XXX

Iscritto dal 2013
Quindi non indagherebbe sull'ipoaldosteroinismo perchè mi sembra di aver capito che avrei la pressione bassa e non alta. La raccolta delle urine l'ho effettuata al 100% bene tenendola sempre in frigo. Forse non sarebbe il caso di farsi visitare da un nefrologo o da un endocrinologo? L'hottler pressorio lo posso anche rifare.
Mille Grazie.
[#5] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
4% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
No, onestamente non vedo gli estremi per un consulto specialistico. Ha già fatto affidamento a tanti specialisti, per cui continui con loro e gli dia fiducia