Utente 230XXX
Salve,
ho letto recentemente degli studi per cui il livello di testosterone in circolo nell'uomo raggiungerebbe un picco fra il 5 e il 7 giorno di astinenza, per poi riscendere.
Senza volermi dilungare sull'importanza di questo ormone per l'uomo, vorrei sapere se una vita sessuale attiva che preveda eiaculazioni quotidiane (per rapporti sessuali o masturbazione) possa quindi influire su questa normale produzione che trova compimento dell'arco in un periodo di circa sette giorni.
In soldoni: ho 30 anni e "vengo" regolarmente da quando ne avevo almeno 12, con pause massime di 3 giorni di astinenza. Poi o mi masturbo oppure ho un rapporto sessuale. Non credo mi sia mai capitato di resistere più di 3 giorni senza eiaculare. Potrebbe essere un problema? Potrebbe essere alla base di uno scompenso di questo ormone? Potrebbe aver causato una calvizie precoce o una strana sensazione di irritabilità che generalmente si imputerebbe alle donne in fase mestruale (perché magari il basso testosterone favorisce invece alto livello di estrogeni)?

Grazie a chi vorrà chiarire i miei dubbi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il testosterone si alza la mattina e cala la sera, col sole aumenta, col caldo aumenta, con il buio diminuisce. Si altera se lei altera il ciclo sonnop veglia, si abbassa con le incazzature e lo stress. Si alza con la calma. Ergo: sta bene? Pare di sì, allora tranquillo.
[#2] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2004
E questo senza dubbio è vero. Caro Dottore, è innegabile però che non masturbandosi per 3 giorni di fila la produzione di sperma è esponenziale, il desiderio è esponenziale. Siccome si modifica sostanzialmente il comportamento, vorrei sapere se astenersi per un periodo anche più lungo di 3 giorni può portare altri benefici, se è vero che il testosterone aumenta o se è una balla. Che ne so, le faccio un esempio: la mia barba cresce a chiazze, mi è stato detto che è un problema di testosterone. Potrebbe essere che astenendomi la produzione di questo ormone si riequilibri e la barba cresca normalmente?
Grazie, spero questa volta di aver correttamente formulato la mia domanda.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
la ha formulata correttamente anche prima. Lasci perdere, non è vero.