Utente 322XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 24 anni e settimana scorsa durante esami routinari del sangue e delle urine (urinocoltura), ho riscontrato il valore della microalbuminuria a 41,3 quando il massimo è 20. Premetto che non soffro di particolari patologie ma da 3 mesi a questa parte sono in cura presso un dermatologo-venereologo per hpv. E' intervenuto 3 volte con bruciature laser di condilomi genitali su glande, frenulo ed anche nell'uretra. Prendo da 2 mesi integratori alimentari in bustine per innalzare le difese immunitarie e prossima visita per valutare la mia situazione, ce l'ho il 20 Dicembre. Non avendo le analisi sotto mano, purtroppo non posso essere più dettagliato nel riportarvi tutti i valori, ma gli altri sembrerebbero essere nella norma, come glicemia, colesterolo, ecc. Ora come devo comportarmi? E' un risultato grave il valore alto di microalbuminuria presente? Devo effettuare altri esami tra qualche settimana? Sono preoccupato perché ho letto cose non rassicuranti su internet. Grazie per il tempo che mi dedicherete. Saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
4% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Il suo valore di microalbuminuria è sicuramente elevato, ma non in maniera eccessiva. Deve sicuramente effettuare ulteriori indagini ed in primo luogo un dosaggio della proteinuria su una raccolta delle 24 ore. Consideri che la perdita di proteine per via urinaria è un fenomeno patologico, ma talora conseguente a processi facilmente gestibili quali una infezione delle vie urinarie. Altre volte invece può essere la spia di un processo infiammatorio a carico del rene. Per questo motivo ripeta con tranquillità l'esame urine, effettui una raccolta delle 24 ore e si affidi ad un bravo nefrologo. E non si preoccupi. Un singolo dato non fa diagnosi (nè patologia)
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dr. Bertino, grazie mille per le sue risposte.
Lei crede possa c'entrare in qualche modo la rimozione laser di condilomi all'interno dell'uretra che ho subito qualche tempo fa?
Le vorrei chiedere inoltre se l'esame della raccolta urine nelle 24 ore, lo posso fare fin da subito o meno. Il mio medico di base mi ha prescritto un'ecografia di reni e surreni che effettuerò nei prossimi giorni.

Grazie. Cordiali Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
4% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
No, non vedo correlazione tra l'intervento e la microalbuminuria. L'ecografia è sicuramente un esame utile, ma nel suo caso non le darà risposte al suo quesito. L'esame delle 24 ore può già richiederlo ed è quello che dirimerà il suo dubbio. Probabile però che il suo medico di base richieda un consulto nefrologico prima di prescriverlo.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Grazie ancora Dr. Bertino. Se vorrà, La aggiornerò non appena possibile.
Saluti.
[#5] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dottore, aggiorno sulla mia situazione: ho eseguito ieri sera l'ecografia renale dal mio urologo, il quale ha riscontrato tutta nella norma, tranne (cito testualmente): "...irregolarità del profilo del polo superiore del rene sinistro (3 x 4 cm) meritevole di accertamento TC".
Ovviamente mi ha detto di fare molte altre analisi, tra cui la proteinuria delle 24 ore, clearance della creatinina, dosaggio catecolamine sieriche ed urinarie, urinocoltura e altri esami del sangue..oltre che ovviamente TAC addome superiore con mdc.
Bene, ora oltre ad essere spaventato per il mezzo di contrasto, sono letteralmente impietrito da questa prima diagnosi fatta con l'eco, anche se il dottore mi ha detto che non si vedeva bene ed ovviamente c'è bisogno di ulteriori accertamenti. Di certo non sono qui a chiederle cosa potrebbe essere, ma la paura avanza tanto, troppo velocemente. Grazie per l'attenzione. Saluti.
[#6] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
4% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Purtroppo non so risponderle su cosa ha effettivamente visto il collega urologo. Posso farmi un idea, certo, ma a questo punto non le rimane che effettuare gli esami che ha richiesto. Faccia la tac e vediamo cosa ne esce.
[#7] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Egregio Dr. Bertino, mi scuso innanzitutto per il ritardo con il quale l'aggiorno, ma sono stato fuori per lavoro e di conseguenza lontano anche da questo sito. A dicembre ho fatto tutte le analisi prescritte dal mio medico ed è risultato tutto nella norma. Ho eseguito anche TAC con mdc, dove si è evinto che il nodulo in realtà non era che una piccola milza accessoria. Bene, sapendo che non comporta, nella maggior parte dei casi nessun problema, ho continuato nelle mie attività di vita quotidiana, senonché verso la fine di gennaio ho accusato dei doloretti, più che altro dei fastidi proprio al fianco sinistro, sotto l'ultima costola sinistra, nel punto in cui è presente la mia piccola milza accessoria. Le feci risultano tutt'oggi molli e con un po' di muco. Inutile dire che sono diventato un po' ipocondriaco e che lo stress è aumentato a dismisura fin da subito. Finito Febbraio, il fastidio è diminuito, ogni tanto ritorna e specie se dormo sul fianco destro, sento come un peso nel fianco sinistro. Settimana scorsa ho fatto analisi del sangue routinarie e oggi le ho ritirato. Solo 3 valori non sembrerebbero nella norma: nell'elettroforesi sieroproteica il valore gamma è di 21,6 % (11,1 - 18,8). La Ves, 1h 14mm, 2h 29mm, Indice di Katz 14,25 mm (fino a 10). Infine il colesterolo totale siero 111 mg/dl (140 - 220) quindi un po' basso. Fatte vedere al mio curante, ha detto che andavano bene, non c'è nulla di cui preoccuparsi e che probabilmente (cosa che avevo immaginato anche io smanettando su internet) soffro un po' di colon irritabile e quindi mi ha prescritto 30 compresse, una al dì, per mantenere la flora intestinale e combattere questa patologia. Ecco ora io mi scuso per il dilungamento nello scriverle e per aver trattato temi che sicuramente non sono nemmeno di sua pertinenza, ma quello che mi ossessiona, alcune volte non mi fa vivere bene e mi ha anche fatto diventare un tantino ipocondriaco è la seguente domanda: è possibile o meno che quel nodulo, a Dicembre, sia stato stato scambiato per milza accessoria anche con una TAC? Potrebbe essere qualcosa di più grave, come una massa tumorale? Il peso che a volte sento nel fianco sinistro, quando dormo sul fianco destro, mi preoccupa tanto. Ringrazio la sua pazienza e spero mi voglia rispondere. Cordiali Saluti.
[#8] dopo  
Dr. Valerio Bertino
28% attività
4% attualità
12% socialità
SANT'ANTIMO (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Non è possibile confondere una milza accessoria con un nodulo. Nè alla tac nè all'ecografia. Quindi stia tranquillo.
La prossima volta si rivolga ad un ecografista esperto per un controllo.
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Mi scusi, ma ho sbagliato io a dire nodulo. L'urologo prima e l'ecografista dopo, non hanno mai parlato di nodulo ma di irregolarità meritevole di accertamento TAC. Certo se si poteva capire la natura con una semplice ecografia, mi sarei risparmiato sicuramente l'ansia terribile di quel periodo. Grazie per la velocità e la cortesia della sua risposta. Saluti.