Utente 329XXX
Innanzitutto un saluto a tutti,
sono Maurizio e sto vivendo un disturbo che mi sta causando non poche preoccupazioni.
Circa una settimana fa ho accusato un forte dolore al polso sinistro accompagnato da un leggero gonfiore. Essendo chitarrista ho dato la colpa ai troppi esercizi e ho smesso per qualche giorno di suonare, nel frattempo ho fatto impacchi di acqua e sale e tenuto una polsiera, oltre a un paio di compresse di antinfiammatori.
Il gonfiore è sparito e il dolore si è ridotto di molto, ma proprio in corrispondenza della zona dolorante ho notato che piegando il polso all'interno si evidenzia un osso che non ho mai notato nella dx in condizione analoghe. Risalendo la sporgenza in direzione delle dita si nota anche un leggero avvallamento. Ancora non riesco a capire come io sia dovuto arrivare al dolore per notarlo. Sono un po in ansia, vorrei sapere cosa può essere. Ho timore a riprendere la pratica sullo strumento, anche perché se non subentrasse il dolore potrei aggravare una situazione già non bella. Grazie in anticipo a chi mi può dire qualcosa in più. M

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Maurizio,

molto probabilmente non si tratta di un osso, ma di un'ernia articolare (ganglio artrogeno), che se sotto pressione (contiene il liquido sinoviale intra-articolare), può dare l'impressione di essere costituito da osso.

Dovrebbe bastare una semplicissima visita specialistica o, in alternativa, un'ecografia, per confermare o meno la mia ipotesi diagnostica.

Buona notte.