Utente 313XXX
Gentilissimi,

da due mesi è stata diagnosticata a mio figlo una brutta malattia (non mortale fortunatamente) che mi ha portato in uno stato di angoscia perenne poi sfociata in depressione.
In quelle pochissime volte in cui sono riuscito a intrattenere dei rapporti intimi con mia moglie, ho purtroppo sofferto di eiaculazione precoce, molto precoce (pochi secondi dopo il coito). Ne avevo sofferto da adolescente, poi con l'età si era tutto sistemato.
E' possibile che ciò dipenda dalla depressione?
Sarebbe indicato rimediare facendomi prescrivere qualche antidepressivo (fino ad oggi non ne ho voluti prendere, sono tendenzialmente contrario agli psicofarmaci) o la Priligy?
Grazie.
F., 35 anni

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
augurandole una rapida guarigione del figlio, non posso fare diagnosi e terapia di qua, in quanto l' eiaculazione precoce può avere cauise fische o mentali ed hanno terapia ovviamente diverse. Quindi meglio consultare un collega dal vivo.
[#2] dopo  
Utente 313XXX

Iscritto dal 2013
Grazie.
Attualmente sono seguito da un neuropsichiatra per la mia depressione. Ero tentato di chiedere a lui ma sono un po' imbarazzato (non so se è la figura medica più giusta per parlare di ciò).
Le chiedo quindi solo un parere: può centrare la depressione con la comparsa della EP?
Grazie ancora