Utente 329XXX
Mi è capitato al ritorno da due miei viaggi oltre continente (mongolia) di ritrovarmi al risveglio con l'ugola praticamente gonfia e che tocca addirittura il palato da tanto si era allungata.
Al ritorno dopo un consulto con il mio medico e la somministrazione di un medicinale tutto si è risolto nel giro di un paio di giorni. Fin qui tutto bene. La mia domanda era rivolta alla causa di questo problema, non riesco infatti a stabilire una relazione tra le cose.
Non riesco infatti a capire se il problema può essere dato da eventuale cibo contaminato mangiato la sul posto o se invece può essere causato da HPV. Premetto inoltre che in entrambe le volte ho baciato, e soltanto baciato a fondo ma senza mai avere rapporti sessuali od orali con una ragazza di origine vietnamita che conosco ormai da più di 2 anni ma che ultimamente nelle ultime 2 occasioni in Mongolia ho baciato. La ragazza dice di non avere mai avuto rapporti, ed a questo le credo perché dettato dalla tradizione del suo Paese di origine.
Può questa ragazza avere problemi di HPV o di qualsiasi altro genere che possano darmi questo problema? Oppure il mio problema è soltanto dato da cause alimentari?
Grazie. Buon lavoro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
escludendo le infezioni delle alte vie respiratorie, una delle cause più frequenti dell'edema dell'ugola è il reflusso gastro esofageo. Di solito i pazienti con questo problema vengono etticchettati come allergici ai farmaci antinfiammatori, dato che spesso all'anamnesi emerge l'assunzione di FANS, che hanno come effetto principale collaterale l'aumento dell'acidità gastrica.