Utente 503XXX
Buongiorno dottori, sono qui per chiedere un Vs gentile parere (e a qs proposito Vi ringrazio per il servizio). Ho 41 anni e quando ne avevo più o meno 20 mi è stato riscontrato un prolasso della valvola mitralica (casualmente). Da che mi ricordo ho sempre sofferto di extrasistole, negli anni forse sono un po' peggiorate ma va molto a periodi. 2 anni fa circa ho eseguito un altro ecocardio per semplice controllo e la situazione della valvola era rimasta uguale (prolasso lieve senza bisogno di profilassi antibiotica). Il mio problema attuale e' questo: un mese fa ho avuto x la prima volta una extrasistole così violenta da farmi girare la testa, vedere bianco e senso di imminente svenimento, il tutto è durato pochi secondi, dopo di che mi sono ripresa senza alcuno strascico. Ho iniziato a preoccuparmi e mi sono fatta applicare un holter senza che abbia rilevato nulla di particolare (addirittura nn segnalava nemmeno extrasistole sebbene io ne soffra. "Purtroppo" quel giorno non ne ho avute, se nn di lieve entità). Ieri notte mi è ricapitata la stessa extra, molto forte, mi ha svegliata e dopo il colpo tipo "cannone nel petto" mi si è di nuovo appannata la vista (mi ero appena svegliata da un sogno) e senso di svenimento. Tutto è durato pochi secondi e poi più nulla. Sono spaventatissima (soffro di ipocondria, attacchi di ansia, sono in cura con Xanax) e ho prenotato un altro ecocardio x settimana prossima. Cosa devo pensare? Io ormai temo di tutto.. Ho due figlie così piccole.. Possibile che ci siano extrasistole così forti da togliere temporaneamente ossigeno al cervello? Xke è qs la mia impressione. Oppure nn sono semplici extrasistole ma problemi più grossi? Può essere che il cuore si fermi per qualche secondo? Se la cosa dovesse durare più di quello che dura non farei nemmeno in tempo ad arrivare in un ospedale, perché è una sensazione troppo violenta. Passo ore a piangere nel bagno xke non ne posso più di avere problemi di ogni tipo. Ho sempre piu paura ad uscire di casa xke temo che si possano ripresentare nei momenti meno opportuni (tipo alla guida dell'auto). Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non deve pensare assolutamente nulla...
Le sue extrasistoli sono innocue e il suo problema è l'ansia....
Non la sottovaluti. La curi e bene eper questo non si rivolga a noi cardiologi, ma a uno psicologo ed eventualmente ad uno psichiatra (se lo psicologo dovesse ritenere importante l'uso di farmaci).
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 503XXX

Iscritto dal 2007
Grazie davvero Dottore, anche per la tempestività della risposta. Mi ero già messa in testa di soffrire di qualcosa tipo fibrillazione atriale.. e chi più ne ha più ne metta. L'ansia per me in effetti e' un dramma e vedrò di lavorare su quella. La saluto cordialmente