Utente 219XXX
Buonasera,
nel 2010 feci una colonscopia di controllo per 2 motivi:
-familiarità(mia nonna)
-diverticoli
Il primo esame (colonscopia) si interruppe per tortuosità delle viscere al sigma medio senza rilevare anomalie, da qui la decisione di fare un clisma opaco a distanza di un anno. quest'ultimo evidenziò la presenza di diverticoli nel colon discendente(pochi)e in quello sigmoideo(diversi).
Circa un anno fa ebbi un episodio di diverticolite con febbre a 39, risolta poi da sola con assunzione di rocefin. Dopo questo episodio mi è capitato di avere dolori (una volta sola veramente acuto) all'altezza della vescica, quando andavo in bagno per defecare. Da un pò di tempo più niente.
Ho eseguito terapia con normix con una certa regolarità, seguendo una dieta abbastanza attenta ma poi ho avuto quell'attacco forte e il normix non lo faccio più regolarmente(prima erano 2 scatole 2+2 al mese). Probabilmente soffro anche di sindrome da colon irritabile e in effetti "sembra proprio che scarichi tutte le tensioni e lo stress in quel punto del corpo", questo da successiva visita gastroenterologica, la stessa che mi ha poi portato a rieseguire una colonscopia, consigliata sotto sedazione.
Un mese fa ho rieseguito la colonscopia virtuale per riuscire a vedere meglio il tutto e invogliato per la minor invasività di questo esame(ho un pò di timore a farla sotto sedazione).
(Poco prima ho fatto esami sangue che faccio tutti gli anni con valori alterati di poco solo sugli eosinofili(valore 7.7 su intevalo 0-7.0))
Il risultato è stato che ovviamente ci sono ancora i diverticoli visti con il clisma opaco ma hanno notato "un modesto ispessimento esteso per 3cm all'altezza del sigma medio, molto probabilmemnte di natura flogistica, ma che richiede comunque una colonscopia(anche solo fino al sigma, quindi sigmoisdoscopia) per escludere altre complicazioni."
dopo una settimana ho eseguito la sigmoisdoscopia e non è stato rilevato alcunchè di anomalo, nè polipi nè ispessimenti(ma questi forse si vedono con la virtuale perchè è una tac che può misurare lo spessore della parete?), deducendo che si tratta di un ispessimento di natura infiammatoria. è stato fatto un piccolo prelievo , per scrupolo, per l'istologico il cui risultato è : piccoli focolai di flogosi cronica.
Ho chiesto quindi ogni quanto dovrò ripetere l'esame:
per chi mi ha fatto la virtuale devo farla ogni 2-3 anni, chi mi ha fatto la sigmoidoscopia mi ha consigliato anche 1anno o 1anno e mezzo.
Le domande che Vi faccio sono, alla luce di quanto emerso(ispessimento, diverticoli ecc) quale frequenza è giusto adottare?
La flogosi cronica e l'ispessimento devono preoccuparmi per il futuro prossimo?
Scusate se mi sono dilungato e grazie del Vs. tempo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
In assenza di sintomi e di segali di allarme (sanguinamento,dolore che sveglia di notte, perdita di peso, irregolarità dell'alvo) è corretto ripetere un controllo a tre/cinque anni.nella malattia diverticolare è frequente trovare un ispessimento della parete colica.
[#2] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Grazie della celere risposta.
Beh non ho sintomi particolari al momento e vado regolarmente, anche se negli ultimi giorni la consistenza delle feci è morbida(ma non diarrea), probabilmente dovuta anche ad una dieta "calorosa"
L'ispessimento era la mia maggiore preoccupazione, magari facendo regolarmente rifaximina c'è la possibilità di ridurlo. In ogni caso quanto da Lei spiegato mi conforta e a questo punto effettuerò la prox. colonscopia tra 3 anni.
Grazie ancora e buon Lavoro
[#3] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno,
a maggio di quest'anno ho avuto forti dolori al basso ventre, con febbre e stanchezza, risolti con ciproxin e mesalazina.
Ho cominciato a vedere sangue frammisto nelle feci per un pò di tempo tant'è che ho eseguito esame sangue occulto(negativo)esame sangue(tutto perfetto) e provato a fare colonscopia (dopo visita proctologica e anoscopia)che, purtroppo, si è fermata a soli 30cm per tortuosità viscere e durezza al passaggio che ne impediva la prosecuzione.
La gastroenterologa era convinta si trattasse di emorroidi, comunque mi ha detto di fare un clisma opaco per completare l'esame di cui sopra.
ieri ho fatto esame e il risultato è il seguente:
"non si riscontrano sostanziali differenze rispetto a precedente esame(sempre clisma opaco) eseguito in data 3/11/11. il colon è canalizzato fino al cieco.
Presenza di numerosi diverticoli nel sigma e colon sx, alcuni dei quali presentano segni di peridiverticolite.
Non segni di alterazioni parietali."
Questo dovrebbe confermare che il sangue è dovuto ai diverticoli e che attualmente sono infiammati, ma non ho dolore per fortuna.
Vista la mia situazione mi hanno consigliato ciproxin alternato a normix, cioè un mese di ciproxin e uno di normix (quest'ultimo lo sto facendo già da un pò)con fermenti lattici.
Vista la mia situazione cosa ne pensa? tra quanto consiglia di ripetere l'esame endoscopico(clisma opaco doppio contrasto o colonscopia sotto sedazione?)


grazie