Utente 237XXX
Salve,
sono una ragazza di 26 anni ,
le spiego in breve il mio problema ;tutto è iniziato con uno sforzo un po' troppo eccessivo a causa di stitichezza e ora sono 2 anni che ho cistiti ricorrenti , ogni mese ho attacchi fortissimi , ho fatto i vari tamponi urinoculture e quindi cure antibiotiche in base al battere ovviamente, ma il problema persiste anzi ora e’ cronico e giornaliero ovvero tutti i giorni quando urino ho male se la vescica non è pienissima, se è poco piena un male terribile perchè contraggo di piu’ i muscoli a differenza di quando è piena; per non parlare degli attacchi di cistite che continuano una volta al mese anche due .Ho preso antibiotici su antibiotici e a volte associate punture di toradol per gli episodi piu' acuti e insopportabili ecc ecc., sono come un invalida non riesco a lavorare , a fare niente perchè ormai il dolore è cronico . Dopo vari specialisti che escludevano l' origine di tutto questo da quello sforzo , sono andata a Milano e un medico mi ha detto che la causa di queste infezioni e di questo quotidiano dolore si chiama sindrome del dolore pelvico cronico è un problema neuropatico a causa proprio di quello sforzo è come se dei nervi o il pavimento pelvico fossero lesionati ovviamente ero gia in cattive condizioni e quell' azione è stata la ciliegina , accompagnato da lordosi lombo sacrale . Purtroppo questo tipo di problema cronico non è facilmente curabile e quindi documentandomi su internet ho visto che uno dei metodi per migliorare questa situazione è l 'agopuntura ma ancora meglio un centro di terapia del dolore .
il medico mi ha consigliato di fare attività fisica per irrobustire i muscoli pelvici, ma io sto troppo male non basta lo sport .
Volevo delle dritte su questo argomento perchè documentandomi da sola non riesco bene a capire quale sia la soluzione migliore . Per questo tipo di problema e' appropriato fare una visita con un algologo o comunque recarmi in centri di terapia del dolore ?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Stella
32% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Buonasera,
il dolore cronico pelvico è effettivamente una delle situazioni dolorose più complicate da risolvere.
E' necessario che un terapista del dolore con grande esperienza la possa visitare per arrivare ad una diagnosi precisa e quindi iniziare un'approccio farmacologico con farmaci efficaci nel dolore neuropatico (pregabalin, gabapentin, duloxetina, per nominare solo i più utilizzati).
Una volta raggiunto un buon sollievo dal dolore possono essere applicati anche metodi riabilitativi del pavimento pelvico e metodi fisici di trattamento (TENS) e magari ridurre i farmaci impiegati.
Data la sua giovane età il mio consiglio è di non perdere tempo con terapie non idonee e potenzialmente dannose sopprattutto sul morale

Cordiali saluti