Utente 330XXX
Buona sera,
soffro da sempre di eiaculazione precoce (primaria). Tale disfunzione si presenta solo al momento della penetrazione e non mi permette di durare nemmeno un minuto. Non lamento il problema con petting e sesso orale.
Ho chiesto un consulto ad uno specialista andrologo che, dopo avermi fatto alcune domande, mi ha prescritto direttamente priligy. L'assunzione di tale farmaco fa sparire completamente il problema, funziona a tal punto che mi permette di decidere quando eiaculare, anche dopo un'ora. Il lato opposto della medaglia è che tale farmaco manifesta anche alcune controindicazioni quali nausea e giramenti di testa.
Leggendo i vari consulti vedo come alcuni specialisti non prescrivono direttamente una cura ma cercano di capire l'origine del problema.
A me è stato detto che un ep primaria non ha quasi mai soluzioni definitive ma appunto può essere arginata con farmaci quali priligy e/o ritardanti.
In effetti anche l'uso del profilattico ritardante mi permette di allungare la durata dei rapporti ma solamente di alcuni minuti.
Tutto ciò per chiedere se è possibile arrivare a comprendere la causa del mio problema e quindi cercare di risolverlo almeno in parte. O arrendermi al fatto che dovrò conviverci per tutta la vita come mi è stato già detto?

Il fatto stesso che il farmaco citato in precedenza funzioni alla perfezione può far intuire la causa del problema o almeno dare un'indizio per capire da dove partire o cosa escludere?
Grazie infinite per la vostra cortesia e disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,in medicina,prima di prescrivere una terapia,si pone una diagnosi basata sulla valutazione obiettiva ed il ricorso eventuale ad esami ematochimici e strumentali.
La eiaculazione precoce é il disagio sessuale più diffuso e può presentarsi in forma primitiva o secondaria ma le sottolineo come non sia una patologia,bensì un sintoma.
La risposta positiva alla dapoxetina,all'uso del profilattico e di pomate anestesizzanti fa ben sperare per una migliore qualità della vita.Consulti uno specialista esperto. Cordialità.