Utente 330XXX
Gentile dottore, sono la madre di un ragazzo di 16 anni, al quale durante la classica visita sportiva per l'idoneità ( gioca a calcio) gli sono state rilevate alterazioni della ripolarizzazione ventricolare a sede inferiore ST sottolivellato asintomatico. Abbiamo effettuato i dovuti accertamenti cioè angiotac coronarica con contrasto con ia seguente conclusione: circolo coronarico epicardico indenne da lesioni. Presenza di breve tratto a decorso intramiocardico del ramo interventricolare anteriore medio. Aggiungo che l'ecocardiogramma, pressione analisi sangue...tutto perfetto. Alla luce di ciò, il cardiologo mi ha detto di stare tranquilla , ma la dottoressa dello sport non ha rilasciato l'idoneità. Pertanto ci ha consigliato il ricorso alla commissione medica dell'Emilia Romagna. Il cardiologo mi ha suggerito eventualmente di fare un'ablazione perchè in questo modo il ragazzo potrebbe riprendere l'attività agonistica. Le chiedo un suo punto di vista, ringraziandola della sua attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Diciamo che la proposta di "ablazione" non e' molto comprensuibile, dal momento che lei non parla di alcuna aritmia che il suo ragazzo abbia presentato.
Per cio' che concerne il rilascio della idoneita' per l'attivita' sportiva comprendo le esitazioni della Collega della Medicina dello Soprt.
La presenza di un decorso intramiocardico di un tratto della discendente anteriore non consiglia certo la rpatica sportiva.
La saluto cordialmente
cecchini