Utente 184XXX
Io (27 anni) e mio marito abbiamo effettuato 5 fecondazioni assistite che sono fallite nonostante la giovane età e embrioni ed endometrio sempre ottimi.
Io ho l'endometriosi, mio marito anticorpi anti-spermatozoo al 70%.
Ho fatto anche la diagnosi del primo globulo polare per sapere se i miei ovociti avessero difetti genetici, ma niente. Mio marito ha fatto cariotipo ok, microdelezione del cromosoma y ok, fibrosi cistica ok.
Visto che credo li abbiamo fatti un po' tutti gli esami, mi chiedevo se non fosse il caso di fare anche il fish test: potrebbe essere utile?
Volevo anche chiedere se può servire a mio marito una cura di 4-5 mesi con antiossidanti, in vista di una prossima fecondazione assistita.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierfrancesco Palego
24% attività
4% attualità
16% socialità
MESTRE (VE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile Signora,

certamente il Test FISH sugli spermatozoi è indicato nei casi di ripetuti fallimenti riproduttivi in cicli di fec. assistita precedenti, ma a dire il vero nella Sua richiesta mancano molte informazioni per poter dare una risposta in merito.

Servirebbe un inquadramento andrologico di primo livello che forse (vado a intuito) Suo marito non ha ancora fatto:

- visita andrologica;

- dati completi di due spermiogrammi effettuati a distanza di 60-90 giorni l'uno dall'altro (anche il Mar test per la valutazione degli anticorpi-anti-spermatozoo andrebbe ripetuto due volte);

- dosaggi ormonali routinari;

- ecografia scrotale, meglio se eseguita con il calcolo dei volumi testicolari.

Con questi dati, è semplice dare una risposta in merito alla Sua domanda, ma soprattutto si potrà avere un quadro molto chiaro circa la fertilità di Suo marito.

Ad esempio, non mi è chiara la richiesta della "ricerca delle microdelezioni del cromosoma Y": di solito è indicata per oligozoospermie gravi, cioè per concentrazioni di spermatozoi < 5 mil/ml, e allora - fosse questo il caso - aveva poco senso il Mar test....e di conseguenza, con poche cellule da analizzare, anche il test Fish diventa poco importante, se non inutile (a seconda dei casi).
In caso contrario, con una normale concentrazione di spermatozoi, il test Fish sarebbe indicato e avrei invece evitato la ricerca delle microdelezioni Y.

In definitiva, consiglierei che anche Suo marito si faccia seguire da un andrologo, lo specialista di riferimento per la fertilità maschile.

Buon week end, spero di esserLe stato utile.
[#2] dopo  
Utente 184XXX

Iscritto dal 2010
Intanto la ringrazio per l'attenzione posta nei confronti della mia situazione.
Mio marito ha fatto la visita andrologica dalla quale emerse prostata infiammata e modico varicocele sn (fece una cura ma 3 anni fa).
Le copio uno spermiogramma fatto a luglio 2011:
volume 3 ml
concentrazione nepaspermica 70 milioni
spermatozoi totali 210 milioni
forme mobili 60%
forme normoconformate 16%

E questo fatto a novembre 2011:
volume 4 ml
ph 8,1 (valori di rif. 7,2 - 7,8) P.S. Anche in altra occasione è risultato più alto 8,3
densità 34 milioni
numero totale 136 milioni
mobili 29 milioni 85%
forme patologiche 45 %

Mar test ripetuto più volte: 60 % - 75% - 70 %

Dosaggi ormonali fatti qualche tempo fa:
FSH 2,7
LH 3,5
prolattina 10
estradiolo 49
testosterone 3,54

Tre anni fa fece anche ecografia dei testicoli: "Normale ecogramma della parete scrotale. Testicoli di dimensioni normali, a contorni regolari ed ecostruttura omogenea. Epididimi morfovolumetricamente nella norma e ad ecostruttura inalterata. Non visibilità di idrocele o di varicocele"

L'esame "ricerca di microdelezioni del cromosoma y" lo facemmo perché non ci spiegavamo i fallimenti... ma risultò ok.

Come le dicevo cariotipo e fibrosi cistica sono ok.

Io sono veramente disperata. La prego di darci qualche consiglio.
E' vero che io ho i miei problemi, ma prima di ritentare non vorrei lasciare nulla al caso.
[#3] dopo  
Dr. Pierfrancesco Palego
24% attività
4% attualità
16% socialità
MESTRE (VE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile Signora,

sono lieto di poterla rassicurare: gli esami di suo marito sono ottimi.

Certamente gli esami sono datati (circa 2 anni fa): in tal senso consiglio di tornare a visita andrologica per stabilire il da farsi. Ad esempio ripeterei lo spermiogramma con l'aggiunta del FISH test (analisi delle aneuploidie spermatiche, ovvero delle alterazioni nel numero dei cromosomi) e del TUNEL Test (per valutare integrità/danno DNA spermatico).

Eventualmente utile, visto che mi accennava a una infiammazione prostatica, effettuare anche una spermiocultura (si può fare con una sola raccolta, se il Centro è attrezzato per questo: spermiogramma+spermiocultura+FISH+TUNEL test).

Inoltre, un nuovo eco doppler scrotale per valutare meglio la presenza e il grado del varicocele, potrebbe esser fatto a tre anni di distanza, anche se al momento non mi sembra vi siano le indicazioni per un intervento correttivo e dunque concordo con i Colleghi che hanno visitato in passato Suo marito.

Poi: non mi preoccuperei del Mar Test che risulta con anticorpi anti spermatozoo tra il 60 e il 70%.

Per concludere: eviterei di assumere qualsiasi farmaco, anche integratori, prima di presentare al Suo andrologo di fiducia l'esito degli esami sopra consigliati.


Buona serata e non si preoccupi: non ve n'è alcun motivo.