Utente 708XXX
Gentili dottori sono un ragazzo di 23 anni,
in seguito ad ecografia testicolare mi è stato diagnosticato un varicocele di II/III° grado a sx e uno di 0/I° grado a dx.
Per quanto riguardo il testicolo SX si evidenzia un modesto reflusso con manovra di Valsalva.
Ho appena fatto visita specialistica con l'andrologo che, leggendo i risultati dello spermiogramma (8 milioni per millilitro, motilità tipica e progressiva lenta pari a 0) ha subito optato per l'intervento.
Ha presentato due tipi di operazione: la prima tradizionale con legatura della vena spermatica e la seconda con intervento di microchirurgia.
Alla mia richiesta sulle oggettive differenze ha risposto indicando un minore rischio di recidiva nel caso della microchirurgia (appena uno 0,4) rispetto al 10% dell'operazione tradizionale.
Vorrei chiedervi quali sono per voi le oggettive differenze, nonchè i vantaggi e gli svantaggi di una rispetto ad un'altra.
Questo poichè in base alla scelta che farò dovrò rivolgermi a due diversi chirurghi.
Grazie in anticipo per le vostre cortesi risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Per vantaggi e svantaggi delle numerose tecniche di correzione del varicocele le consiglio di visitare il relativo MinForma. Piuttosto anche in relazione al suo precdente quesito, sarebbe opportuno ripetere lo spermiogramma in un laboratorio che adotti i parametri WHO ed eseguire i dosaggi ormonali prima di procedere all'intervento. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 708XXX

Iscritto dal 2008
Dottore scusi la mia ignoranza ma non so cosa sia il MinForma...
[#3] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Nalla pagina iniziale trova il collegamento , MnnForma, ad articoli esaustivi su vari argomenti, tra i quali anche il varicocele,
[#4] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Gentile Lettore,
le rispondo in breve ad un argomento spinoso, che ha sollevato e continua a solevare numerose polemiche tra gli addetti ai lavori; le rispondo come valutazione personale in quanto non ci sono studi comparativi tra tecniche, ben fatti.

A me non piace la tecnica tradizionale con legatura addominale della vena gonadica (Palomo in genere) che trovo invasiva e maggiormente gravata da recidive e complicanze.

Ci sono altre tecniche inguinali o scrotali o radiologiche che a mio avviso sono più valide, tra queste la legatura microchirurgica.

Cordiali saluti