Utente 329XXX
Buongiorno,
ho un quesito che mi crea qualche preoccupazione. Ho 22 anni e da alcuni anni durante la visita per il certificato di buona salute a fini sportivi, mi è stato diagnosticato un soffio al cuore. La cosa non mi ha mai preoccupata perchè il medico di famiglia sosteneva che nei bambini e ragazzi è una cosa piuttosto diffusa e normale. L'anno scorso mi ha però prescritto un ecodoppler per escludere danni alla valvola mitralica. Questo perchè, mi ha detto, il "rumore" sembrava estendersi verso l'ascella. Ho eseguito l'esame e mi è stato detto che è tutto normale. Anche quest'anno un altro medico mi ha rilevato la presenza del soffio.
La mia domanda è: è normale che io abbia questo soffio? Posso fare tranquillamente attività sportiva? Può sembrare inutile che io chieda questo dopo l'esito dell'esame, ma avendo avuto in passato esperienze di ecografie renali dove più volte mi è stato detto, in periodi ravvicinati, che avevo, poi non avevo, e poi avevo dei calcoli, ho cominciato a non fidarmi più ciecamente degli esami medici, che a torto credevo "infallibili". Insomma, l'ecodoppler può essere letto in maniera sbagliata, può sfuggire qualcosa come nell'ecografia?

vi ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Marco Marilungo
24% attività
0% attualità
8% socialità
APRILIA (LT)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2002
Gentile Utente di Milano, il cuore è una pompa, una pompa in continuo movimento non può essere silenziosa. Talvolta, durante le visite che effettuo, mi vengono poste domande assai simili alla sua. Ed allora azzardo un parallelismo con le caldaie che ci danno acqua calda, per il riscaldamento e per l'utilizzo domestico. Lei, ha mai sentito il rumore che fa la pompa/caldaia quando si attiva? Produce un rumore, un soffio (paragone "spinto all'eccesso"). Quando la Pompa/Cuore spinge per far affluire il sangue alle arterie, o nelle altre camere cardiache, il sangue stesso è costretto a passare da una cavità all'altra, da una camera cardiaca ad un altra, o verso il sistema delle arterie. Ebbene, per accedere da un ambiente ad un altro, il sangue deve passare attraverso delle "porte", le valvole cardiache, che sono più strette delle camere (atri e ventricoli) nelle quali si trova. Il passaggio attraverso queste porte fa aumentare la velocità del sangue (ora non sto a spiegarle il perchè dal punto di vista della fisica, dovremo parlare delle leggi di Poiselle e Bernoulli, diventerei stucchevole). Aumentando la sua velocità, il sangue "sfrega" un pochino le strutture dentro le quali passa, lo sfregamento genera un rumore, il rumore è il soffio. Un po' come quanto accade nei motori Jets degli aeroplani, il fischio che sente è il soffio dell'aria che passa attraverso un orifizio, che è la turbina dei motori. O come un letto di un fume che si restringe ed il procedere del''acqua diviene vorticoso, producendo rumore.
Quindi, eseguiti gli opportuni esami per escludere un problema fisico, direi che sì, è normale che lei abbia questo soffio e che sì, può fare attività fisica.
Talvolta l'esame ecocolorDoppler cardiaco può essere sbagliato, ma non perchè sia la macchiana a sbagliare. Ma oggi, m picco di dire, in Italia ci sono fior fiore di Cardiologi ed Ecocardiografisti. Nonostante tutto, pare che siamo tra i migliori al mondo.
La saluto con Cordialità
Marco marilungo
[#2] dopo  
Utente 329XXX

Iscritto dal 2004
La ringrazio per la risposta sollecita e per le sue rassicurazioni, a volte tendo a preoccuparmi troppo.
[#3] dopo  
Dr. Marco Marilungo
24% attività
0% attualità
8% socialità
APRILIA (LT)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2002
Grazie a lei. Il mio intento era, è, rivolto a darle informazioni che possano contribuire a farle prendere contatto con la sua realtà. Lungi da me l'idea di voler rassicurare a tutti i costi, invece sono ben contento di avere avuto il modo di poterle fornire alcune piccole nozioni che possono contribuire a farle vivere una vita un pochino più serena. A lei, come a tutti coloro che sono preoccupati per questo piccolo/grande problema: il soffio cardiaco.
Continui a vivere la sua vita con tranquillità
Con molti affettusosi auguri
Marco Marilungo
[#4] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Cara amica,
se proprio vuole stare più tranquilla esegua un nuovo ecocardiogramma, magari in un altro centro. Non perchè il collega che l'ha esaminata precedentemente possa aver sbagliato, ma perchè se anche un altro cardiologo con presumibilmente un altro ecografo le daranno responso negativo...allora è molto probabile, se non sicuro, che il suo soffio sia "innocente".
Saluti, Ugo